Modena, camorra: arrestati cinque Casalesi accusati di estorsione

Ancora arresti ai danni di esponenti ritenuti vicini al clan camorristico dei Casalesi.

Stavolta, però, l’operazione degli agenti della Polizia non ha riguardato il territorio campano, ma una regione più a nord: l‘Emilia Romagna.

La squadra Mobile di Modena, coordinata dal Servizio Centrale Operativo (Sco), ha eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare a completamento di un’indagine iniziata già negli ultimi mesi del 2008.

A interessare gli inquirenti sono stati i tentativi di estorsione a imprenditori emiliani, reato aggravato dalla partecipazione ad associazione di stampo camorristico. Nello specifico, ai cinque uomini che sono stati arrestati quest’oggi, viene imputato un tentativo di estorcere denaro con lesioni al mal capitato, fatto questo accaduto poco meno di un anno fa: era il 16 marzo 2010 e i cinque agirono proprio nella città di Modena.

Negli scorsi mesi, altre operazioni hanno preso di mira il clan dei Casalesi: a essere arrestato fu anche uno dei tesorieri del gruppo malavitoso.

S. O.