Pagelle Lecce-Juventus: Bertolacci e Di Michele sugli scudi, male Toni e Bonucci

PAGELLE LECCE-JUVENTUS –

Lecce (4-1-4-1)

Rosati s.v.: Pomeriggio di assoluto relax: la Juve non punge mai.

Donati 6: Un po’ arruffone, soprattutto in avvio: si riprende alla distanza e tiene bene la corsia di competenza.

Fabiano 6,5: Se la vede spesso con Matri, in teoria l’avversario più pericoloso, e lo cancella dal match.

Ferrario 6,5: Di testa, di forza o in anticipo, vince tutti i duelli con Toni.

Brivio 6,5: Parte timido, poi si accorge delle praterie davanti a sé e spinge con continuità sulla fascia sinistra.

Vives 6,5: Lotta come un leone davanti alla difesa, spegnendo sul nascere le iniziative ospiti. Suo il lancio da cui nasce il 2-0. Mezzo voto in meno per l’ingenuità (doppia) che gli costa l’espulsione.

Grossmuller 7: Spinge come un ossesso sulla corsia di destra, creando sempre grandi pericoli. A volte pecca in lucidità, ma il suo apporto è fondamentale.

Munari 6,5: Si piazza in cabina di regia e scandisce i tempi del gioco con ordine e intelligenza. Splendido l’assist che vale l’1-0 di Mesbah.

Bertolacci 7,5: Gioca una grande gara per impegno e dedizione alla causa, lotta per 90′ e si regala il meritato gol del raddoppio con un bell’inserimento da dietro (46’ st Coppola s.v.).

Mesbah 7: Spinge bene sulla corsia mancina, mettendo alla frusta Sorensen che ha un altro passo. Sbaglia un gol a inizio gara, si rifà alla mezz’ora infilando l’1-0 (41’ st Rispoli s.v.).

Di Michele 7,5: Schierato da unica punta, mette in crisi da solo la difesa bianconera con la sua velocità. Da una sua azione nasce il “rosso” a Buffon, poi è bravo ad assistere Bertolacci per il 2-0 (8’ st Chevanton 6: Si divora il tris a 10′ dal termine).

Juventus (4-4-2)

Buffon s.v.: Costretto all’uscita-kamikaze da una difesa distratta, tocca con la mano fuori area e viene espulso dopo pochi minuti.

Sorensen 5: In grande difficoltà per 90′, Mesbah è troppo veloce e gli scappa via ogni volta che lo punta (14’ st Iaquinta 5: mezz’ora di nulla).

Barzagli 5: Dopo tre buone gare incappa in una giornataccia, soffrendo tremendamente la velocità degli avanti leccesi.

Bonucci 4,5: Ai limiti dell’irritante, cerca la giocata di qualità anche quando non dovrebbe e finisce per essere dannoso per i suoi compagni.

Chiellini 5: Parte discretamente ma si innervosisce e va quasi subito fuori giri, facendosi saltare con troppa facilità da Grossmuller.

Krasic s.v. Sacrificato per la causa a inizio match (12’ pt Storari 6: Una bella respinta su Mesbah e un grande salvataggio su Grossmuller, ma anche l’errore che per poco non costa il 3-0 di Chevanton)

Aquilani 5: Gioca a scartamento ridotto, dovrebbe dare ordine alla manovra ma non è mai nel vivo del gioco e finisce per fare confusione.

F. Melo 5: Davanti alla difesa prova a dare equilibrio, ma ricade negli errori dell’anno scorso e perde troppi palloni pericolosi.

Marchisio 5,5: Sballottato in tutte le zone del campo, si adatta con diligenza e ci mette impegno, qualità rara nella Juve di ieri.

Matri 5: Non al top per il problema al costato, si impantana quasi subito tra le maglie della difesa salentina e non è mai pericoloso.

Toni 4,5: Servito spesso con lanci lunghi dalle retrovie, non ne imbrocca una, perdendo sistematicamente il pallone (1’ st Del Piero 5,5: Prova a dare un pizzico di qualità al gioco bianconero, ma ormai è tardi).

Pier Francesco Caracciolo