F1, acuto di Massa nell’ultima giornata di test. Secondo Webber

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:00

F1, acuto di Massa nell’ultima giornata di test. Secondo Webber – Mentre la FIA ufficializzava la cancellazione del Gp del Bahrain, piloti e team concludevano la prima parte dei test invernali nel circuito di Barcellona. Dopo l’umida e bagnata domenica, il sole è ritornato alto nel cielo e la pista si è così potuta asciugare del tutto creando le perfette condizioni per provare le vetture e testare i nuovi componenti. Alla fine della giornata il più veloce è stato Felipe Massa su Ferrari, molto intelligente nel cercare il tempone finale proprio verso la fine del turno con gomme da qualifica e asfalto gommato. L’1’22″625 è stato il crono più basso sinora segnato in questo circuito, dando fiducia ai tecnici di Maranello anche per quanto riguarda la prestazione sul giro singolo.

La Red Bull comunque non si è tirata indietro e dopo l’ottima performance mostrata dal campione del mondo Sebastian Vettel, termina con un indicativo secondo posto di Mark Webber che rende la RB7 una monoposto veloce sopratutto nei lunghi run, visto che per adesso la scuderia austriaca non ha cercato il tempo con un basso quantitativo di carburante. La ricerca di un perfetto compromesso tra velocità e consumo gomme sembra essere raggiunta e il ritmo gara mostrato dai campioni del mondo per molte squadre è tutt’ora impensabile. Tra queste vi sono la Mclaren, sempre afflitta da noie idrauliche ma comunque veloce (Hamilton è quinto), e Mercedes solo decima con Schumacher e sempre più distante da quelle che sono le posizioni di testa.

L’idea pare essere che la MGP W02 sia una vettura sbagliata, addirittura peggiore della sua predecessora e non in grado di entrare nella Top Ten. Uno scenario davvero sconfortante per le freccie d’argento che in questo 2011 cercavano la riscossa. Tutta la speranza è riposta negli aggiornamenti ed evoluzioni dei componenti, ma l’anno nuovo sta iniziando sotto un cattivo, quasi catastrofico auspicio. Ancora veloce la Lotus-Renault di Nick Heidfeld, sempre più a suo agio con il nuovo box e fiducioso di far bene il suo compito di sostituto. Sorrisi anche in casa Williams, finalmente in grado di inanellare molti giri (ben 121) senza particolari rotture o problemi.

Chi invece ha dovuto rivedere i proprio piani è stato il Team Lotus a causa dell’incidente di Jarno Trulli proprio nei momenti iniziali dei test. L’impatto con le protezioni ha sfasciato la vettura, rendendola inutilizzabile per tutto il giorno senza poter segnare altri giri cronometrati. Il calendario prevede un’altro test, sempre nel circuito di Barcellona dall’8 al 11 Marzo, sostituendo quelle precedentemente previsto nel golfo di Sakhir e cancellato cause forze maggiori. Un piccolo cambio di programma che però non fermerà il lavoro delle squadre, sempre più impazienti di iniziare la sfida e dimostrare in gara chi è davvero il più forte.

Riccardo Cangini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!