Fumettopoli: i cartoni animati prendono vita

Milano 22 febbraio. Nello scorso weekend, si è tenuta la ormai tradizionale manifestazione “Fumettopoli” che, con i suoi molti stand è dedicata  agli appassionati del fumetto in genere, ma che negli ultimi si sta sempre più orientando verso manga e anime di nuova generazione, perlomeno a livello di pubblico.

Sono infatti moltissimi gli appassionati delle produzioni cartacee giapponesi (i manga, appunto) e delle loro trasposizioni in serie animate per la tv (gli anime), un pubblico che pare diventare ogni anno sempre più giovane. I visitatori infatti sono in gran parte adolescenti, ma c’è di più.

Chi sta pensando ad una folla di “ragazzini” ululanti e magari poco educati, si sbaglia e di molto. La passione per i personaggi dei cartoni animati, o comunque di fantasia, ha generato l’ormai noto fenomeno chiamato “cosplay”, ovvero il travestirsi il più fedelmente possibile nel personaggio preferito. Ed è questa una delle caratteristiche principarli di Fumettopoli: gran parte del pubblico è in costume, un costume con il quale escono da casa in alcuni casi, in altri invece la trasformazione avviene direttamnete in loco.

Tra l’altro non sono solo i protagonisti dei manga ad essere emulati in tal senso, a Fumettopoli infatti girano tranquillamente degli “Indiana Jones” o dei “Tron” (dal recente film ), in tutto e per tutto uguali agli originali, interpretati da ragazzi leggermente più adulti.

Se a carnevale spesso basta indossare un costume, la missione del cosplayer è invece quella di avvicinarsi il più possibile alla perfezione; esistono (anche all’interno di Fumettopoli), a questo proposito dei veri e propri “cosplay contest”, in cui gli appassionati misurano la loro abilità nel travestirsi.

Un “mondo” colorato come pochi altri, ma del tutto reale nel quale rivivono e convivono  personaggi di fumetti e cartoni animati vecchi e nuovi, protagonisti di film e di videogiochi. Volendo immedesimarsi, si ha l’impressione di vivere per qualche ora  al di fuori della vita quotidiana, ma è appunto solo un’impressione, dato che gli eroi di carta e dello schermo televisivo vengono per qualche giorno ospitati in corpi veri, fatti di carne e ossa, come quelli dei loro più accaniti fan.

Cliccare sull’icona gialla Gallery per accedere alle immagini.

A.S.