Juve, esplode la rabbia di A. Agnelli: “Ora basta, vinciamole tutte”

JUVE, ESPLODE LA RABBIA DI A. AGNELLI – Andrea Agnelli non ha digerito la brutta sconfitta subita dalla sua Juventus a Lecce domenica scorsa. Al tifoso numero uno della squadra bianconera non è infatti piaciuto l’atteggiamento poco propositivo offerto dalla squadra durante la partita giocata al Via Del Mare, e per questo motivo ha rilasciato alla stampa delle dichiarazioni abbastanza polemiche verso i suoi giocatori.

“DISPIACIUTO PER LA PRESTAZIONE” – Intervistato da alcuni cronisti, il presidente della formazione bianconera ha rilasciato queste dichiarazioni sulla brutta prestazione offerta dai suoi giocatori a Lecce: “Da parte mia e di tutti i tifosi della Juventus c’è il dispiacere per il risultato e la performance regalata domenica. Una cosa che ha colpito negativamente, visto che la squadra era la stessa che era stata vista con l’Inter. Dopo la gara persa col Lecce ho provato anche rammarico, perchè la squadra non ha offerto la stessa applicazione e la stessa intensità agonistica che aveva regalato nelle altre gare disputate in precedenza. Credo che si debba crescere sotto questo punto di vista, e renderci conto che ogni volta che si va in campo bisogna dare il massimo“.

“DEL NERI NON RISCHIA” – L’intervento alla stampa di Andrea Agnelli è poi proseguito, per esprimere pieno appoggio a Del Neri ed al progetto della sua nuova Juve, iniziato l’estate scorsa. “Non c’è nessun programma di rifondazione– ha dichiarato il presidente bianconero, che poi ha aggiunto –In società c’è un gruppo unito e coeso, che ha ben presente quelli che sono gli obiettivi ambiziosi della società. Abbiamo iniziato l’estate scorsa un lavoro importante, abbiamo ancora un’altra metà del lavoro da svolgere l’estate prossima. Riparliamone l’anno prossimo in questo periodo. Sapevamo quest’anno che avremmo dovuto gestire una situazione delicata. Dobbiamo ridare ai giocatori una mentalità vincente. E’ chiaro però che se tra un anno avremo gli stessi punti, allora sarebbe davvero un problema“.

“ORA PENSIAMO AL BOLOGNA” – A. Agnelli ha poi concluso il suo discorso con i cronisti guardando avanti e parlando delle prossime gare che dovrà affrontare la sua Juventus. “Innanzitutto dobbiamo pensare al Bologna, il nostro prossimo avversario. Noi comunque abbiamo ora dodici partite e dobbiamo cercare di vincerle tutte. Abbiamo infatti una squadra in grado di farlo, visto che ha battuto il Milan e l’Inter, ottenendo un pareggio un po’ bizzarro con la Roma. Dobbiamo affrontare le partite con le cosiddette piccole con la stessa mentalità con cui affrontiamo i big match“.

Simone Lo Iacono