MicroMega all’opposizione: bloccate il Parlamento

Un gruppo di noti intellettuali italiani ha lanciato dalle colonne della rivista MicroMega un appello accorato alle opposizioni perché si mobilitino per fronteggiare la deriva anticostituzionale perpetuata dal governo Berlusconi.

Un invito muscolare a bloccare i lavori in Parlamento così da consegnare ai membri dell’esecutivo e al Paese intero il grido di sofferenza levato da quanti considerano non più tollerabile la situazione politica attuale. L’appello è stato sottoscritto da  Andrea Camilleri, Roberta De Monticelli, Paolo Flores d’Arcais, Dario Fo, Margherita Hack, Franca Rame, Barbara Spinelli, Antonio Tabucchi e Marco Travaglio.

“Il governo Berlusconi, e la sua maggioranza parlamentare obbediente ‘perinde ac cadaver’ – si legge nella proposta pubblicata su MicroMega – è entrato in un crescendo di eversione che mira apertamente a distruggere i fondamenti della Costituzione repubblicana e perfino un principio onorato da tre secoli: la divisione dei poteri”.

“Di fronte a questo conclamato progetto di dispotismo proprietario – si legge ancora nell’appello – chiediamo alle opposizione (all’Idv che si riunisce domani, al Pd che dell’opposizione è il partito maggiore, ma anche all’Udc e a Fli, che ormai riconoscono l’emergenza democratica che il permanere di Berlusconi al governo configura) di reagire secondo una irrinunciabile e improcrastinabile legittima difesa repubblicana, proclamando solennemente e subito il blocco sistematico e permanente del Parlamento su qualsiasi provvedimento e con tutti i mezzi – si continua – che la legge e i regolamenti mettono a disposizione, fino alle dimissioni di Berlusconi e conseguenti elezioni anticipate. Se non ora, quando?“.

Maria Saporito