Chi l’ha detto che si mascherano solo i bambini?

Siamo proprio sicuri che il carnevale sia una festa dedicata solo ai più piccoli, per far sì che si divertano e che possano nutrire la propria fantasia infantile giocando ad essere qualcun altro per una manciata di giorni? Chi l’ha detto che non possano concedersi almeno una giornata di sana follia anche gli adulti? I latini dicevano che “Semel in anno licet insanire”: perché non seguire la saggezza di questo proverbio?
Sarebbe carino organizzare una serata in maschera con le proprie amiche ed i propri amici, magari una serata a tema, durante la quale ognuno dovrà recitare la parte di un cartone animato, di un ortaggio o di qualsiasi altra cosa.

I vostri amici non sembrano essere particolarmente propensi ad assecondare la vostra voglia di giocare un po’ per una sera? Di locali che organizzano feste a tema per celebrare il carnevale ce e sono a iosa, soprattutto nelle grandi città.

Avete dei bambini piccoli? Perché non mascherarvi insieme a loro e portarli a vedere la tradizionale parata dei carri di carnevale? Loro apprezzeranno la complicità che la propria mamma manifesterà nei loro confronti e si divertiranno insieme a voi.

Tornare ad essere piccoli, a volte, è costruttivo oltre che divertente. Quando ci si ritrova ad essere intrappolate nella frenetica routine quotidiana è difficile trovare il tempo per sé stesse, e soprattutto è difficile concedersi dei momenti di perdizione, in cui è possibile uscire dagli schemi che ci siamo costruite attorno.

Mascherarsi insieme ai propri figli, alle proprie amiche, ai propri amici oppure al proprio partner, potrebbe essere un modo come un altro per coccolare la bambina che è in noi, quella bambina che spesso e volentieri viene ingiustamente trascurata.

Abbiamo voglia di essere Sailor Moon per una sera? Abbiamo voglia di giocare a vestire i panni di una strega o di una principessa? Perché non farlo?

M.C.