Il cimitero di Daniel Defoe diventa monumento nazionale

Bunhill Fields, il cimitero inglese dove riposano le spoglie di Daniel Defoe insieme a quelle di altri 75 personaggi illustri, come John Bunyan, autore di “Pilgrim’s Progress” e il poeta William Blake, ha ricevuto dal governo britannico il prestigioso status di monumento nazionale.

Una piccola oasi di ombra e serenità, situata a pochi passi dal cuore finanziario della metropoli londinese, istituita nel 1660 come luogo di sepoltura anticonformista e divenuta un giardino pubblico nel 1869. Pochi metri quadrati con due colonne di mattoni rossi a fare da ingresso, senza neanche l’indicazione di una targa.

Ora grazie all’intervento del ministero della Cultura dell’amministrazione di Gordon Brown, il sito è entrato a far parte del registro nazionale dei parchi e dei giardini dell’English Heritage, con la conseguente attivazione di tutta una serie di strumenti di salvaguardia e protezione per il luogo.

«Bunhill Fields ha sempre affascinato studiosi e romantici – ha dichiarato il portavoce dell’Heritage, David Garrard – ed è considerata la terra santa del non conformismo inglese. Pochi posti possono documentare una storia religiosa in maniera così viva».

Valentina De Simone