Maxi richiamo per Toyota. Coinvolti 2,17 milioni di veicoli

Sarebbe il rischio che il pedale dell’acceleratore rimanga intrappolato in un tappetino messo o fissato male il motivo del richiamo preventivo e volontario di quasi 2,2 milioni di veicoli modello Lexus Rx da parte del gruppo Toyota.

Più precisamente, si tratterebbe di un problema legato ad una clip di fissaggio del pannello di copertura della moquette alla consolle centrale dal lato guidatore che, se non correttamente fissata dopo un’eventuale rimozione, potrebbe causare l’interferenza del rivestimento con la pedaliera.

In realtà, sembra che le probabilità che la moquette interferisca con il pedale dell’acceleratore siano estremamente basse, e che questo possa accadere solo nel caso in cui le clip fossero state precedentemente rimosse e in seguito riposizionate in maniera sbagliata.

In Italia le vetture richiamate, appartenenti alla vecchia generazione della Lexus Rx prodotta tra ol 2003 e il 2006, ammonterebbero a 5 mila esemplari, mentre negli Usa 860 mila. Negli Stati Uniti già lo scorso anno la casa nipponica ha fatto record di richiami, totalizzandone oltre 8 milioni in tutto il mondo.

La campagna di richiamo internazionale è partita dopo alcune segnalazioni riscontrate nel Nord America e che non hanno causato alcun incidente, ma che hanno comunque fatto scattare l’allarme in sede Toyota per far scattare le verifiche su tutte le vetture circolanti nel mondo.

Delle 865 mila già richiamate, come anticipato, 5.287 riguardano l’Italia e l’intervento della casa automobilistica riguarderà la sostituzione del pannello di copertura del rivestimento in moquette della pavimentazione e delle relative clip. I modelli interessati sono le RX 300, prodotte da febbraio 2003 a gennaio 2006, le RX 350, in produzione da agosto 2005 a luglio 2006, e le RX 400h, costruite da settembre 2004 a luglio 2006.

L’intervento previsto, che verrà eseguito gratuitamente, consiste dunque nella verifica e nella eventuale sostituzione delle clip, e nella successiva sostituzione del pannello con un altro dal nuovo design.

Per ora, da fonti ufficiali, sembra che non siano stati segnalati incidenti legati a tali difetti. I possessori dei veicoli coinvolti in questa campagna saranno avvertiti quanto prima tramite una lettera raccomandata A/R

Marco Notari