Pagelle Villarreal-Napoli, bene Lavezzi ma sbaglia troppi gol. Ottimo Borja Valero

PAGELLE VILLARREAL-NAPOLI – Le pagelle relative alla gara di Europa League persa dai partenopei. Borja Valero e Lavezzi i migliori in campo.

VILLARREAL

DIEGO LOPEZ 6: non ha colpe sui gol. Quando viene chiamato in causa risponde prontamente.

MARIO 5: non è in grande serata, subisce continuamente le discese degli esterni avversari lasciandoli liberamente crossare.

GONZALO 5: non è esattamente la sua miglior partita da centrale difensivo. Disattento e spesso in ritardo viene graziato dall’imprecisione degli attaccanti avversari.

CAPDEVILA 5: stesso giudizio dato al compagno Gonzalo. Concede troppo agli attaccanti del Napoli che per sua fortuna stasera avrebbero bisogno di altri 90′ per segnare più di un gol

MUSACCHIO 6: anche lui lascia parecchio a desiderare sotto l’aspetto difensivo, tuttavia si propone spesso in avanti portandosi sul fondo per crossare. Grande tenuta fisica con scatti da centometrista.

CANI 6: buona partita dell’ex centrocampista del Real Saragozza. Corre, lotta e ruba palloni. Forse un pò impreciso in fase d’impostazione (35′ GULLON s.v.).

BORJA VALERO 7,5: sicuramente il migliore nelle fila degli spagnoli. Ottimo in fase d’interdizione, dove ruba una miriade di palloni ai disattenti centrocampisti partenopei, è buona anche quella d’impostazione. Dimostra di avere un’ottima visione del gioco. Non disdegna il tiro in porta e ci prova in più di un’occasione.

BRUNO 6,5: molto bravo questo centrocampista cresciuto nella “cantera” del Villarreal. Oltre alla fisicità mostra di avere un ottimo senso della posizione.

S.CAZORLA 6,5: non è di certo una novità quest’altro prodotto della “cantera” del “Submarino Amarillo”. Ottimo centrocampista di quantità e qualità disputa una bella gara contribuendo alle ripartenze dei suoi (78′ CATALA s.v.).

G.ROSSI 5,5: se non fosse per il gol il voto sarebbe sicuramente più basso. Non è in grande serata il talento italo-americano. Si affanna per crearsi spazi e non riesce praticamente mai ad impensierire la difesa avversaria. Trova un gol assai fortunoso che però di fatto regala la vittoria e la qualificazione ai suoi.

NILMAR 6: anche la sua non è una grandissima gara. Prova troppe volte dribbling e numeri funambolici che vengono quasi sempre arginati con tranquillità dai difensori del Napoli. Ha il merito però di sfruttare una disattenzione di questi ultimi e realizzare il gol del pareggio.

NAPOLI

DE SANCTIS 6: ricalca un pò la partita del portiere avversario. Sui gol non può fare nulla. Quando viene chiamato in causa risponde in maniera adeguata.

RUIZ 5,5: per lui che ha militato nell’Espanyol doveva essere una sorta di ritorno a casa, gioca però si tratta di una partita mediocre. Poco senso della posizione e troppo spazio lasciato ai veloci attaccanti avversari.

CRIBARI 6: buona partita per l’ex laziale. Argina più volte le folate offensive di Rossi e Nilmar (82′ MASCARA s.v.).

CAMPAGNARO 6,5: lotta e morde letteralmente le caviglie dei giocatori avversari. Si guadagna i fischi del Madrigal per qualche intervento al limite ma la sua partita è tutt’altro che negativa.

ZUNIGA 6,5: meriterebbe sicuramente almeno mezzo voto in più per la partita dispendiosa e generosa disputata. Tuttavia, come molti suoi compagni, questa sera pecca d’imprecisione perdendo in maniera ingenua troppi palloni e consentendo agli avversari di ripartire.

YEBDA 5,5: la sua partita comincia nel migliore dei modi, con scatti e ripartenze che aprono in due il centrocampo avversario. Poi ad un certo punto si spegne cominciando a compiere errori marchiani come quello che consente al Villarreal di ripartiere e realizzare il gol del vantaggio. Mazzarri lo sostituisce nel secondo tempo. (64′ PAZIENZA 5: non riesce ad entrare in partita, sembra spaesato.)

GARGANO 6: partita ordinata la sua. Svolge il suo compito con diligenza dimostrandosi un metronomo del centrocampo azzurro.

DOSSENA 6: l’ex Liverpool è bravo a rimanere lucido quando i suoi hanno un momento di back out che gli costa la qualificazione. Tuttavia stasera non riesce a far ripartire la squadra come di consueto.

HAMSIK 6: gol apparte la sua partita non è di certo eccezionale. Si incaponisce troppo in spunti solitari e nelle conclusioni da posizioni impossibili.

SOSA 6: buona partita per l’ex Bayern Monaco. E’ abile nell’uno-due con i compagni e penetra spesso per vie laterali smistando ottime palle per Lavezzi e Cavani, viene sostituito nel secondo tempo per far spazio a CAVANI (6,5: il suo apporto lo da eccome. In 45′ sfiora il gol almeno in 3 occasioni, colpendo un palo e giocando un gran partita di sacrificio andandosi a conquistare il pallone persino nella propria area).

LAVEZZI 7: che dire? se non avesse sbagliato almeno due nitide occasioni da gol meriterebbe senz’altro almeno un voto in più. Corre, lotto funge da difensore, centrocampista ed attaccante. E’ sempre nel vivo dell’azione e le sue progressioni mettono i brividi al Madrigal. Gli errori sotto porta sono sicuramente dettati dalla poca lucidità.

MAZZARRI 6,5: ha ben poche colpe l’allenatore toscan0. I suoi pagano caro i dieci minuti di sbandamento nei quali gli spagnoli ribaltano il risultato.

STADIO MADRIGAL 1: parliamo (giustamente) tanto dei nostri stadi e della loro decadenza ma la Uefa cosa dovrebbe dire dell’impianto che ospita le gare del Villarreal? E’ bastata un pò di pressione per far cedere una recinzione. Per fortuna il tutto si è risolto senza feriti gravi ma è proprio in situazioni del genere che si sono verificati disastri come l’Heysel o l’Hillsborough. C’è ben poco da sdrammatizzare.

Simone Meloni