Roma, De Rossi rischia la squalifica in Champions League

ROMA, DE ROSSI RISCHIA LA SQUALIFICA IN CHAMPIONS – Le grane europee per le italiane sembrano non finire mai. Dopo il caso Gattuso (squalificato per cinque giornate per aver aggredito Joe Jordan, ndr), a far scalpore nelle ultime ore è il presunto pugno di De Rossi rifilato ad un avversario durante l’ultima gara di Champions League contro lo Shakhtar. Dopo più di una settimana dalla pesante sconfitta che ha compromesso il cammino giallorosso in Europa, i legali dello Shakhtar hanno consegnato alla Uefa il video che inchioderebbe il vice-capitano della Roma, reo di aver colpito con un pugno, a gara ormai terminata, un calciatore della squadra ucraina. La Uefa ha già aperto un fascicolo sull’accaduto, e si teme la maxi-stangata.

La notizia, arrivata ieri a Roma, sembra non aver sorpreso più di tanto l’ambiente capitolino. Gli addetti ai lavori, sono già all’opera per cercare di ridurre le eventuali giornate di squalifica che si preannunciano molto salate, visto appunto il recente provvedimento nei confronti di Gattuso. Per Daniele De Rossi, si temono dalle tre alle sette giornate di stop, vista la causale di condotta violenta. Ad avvalorare questa testi ci sarà naturalmente lo Shakhtar, che premerà fino in fondo per farsi giustizia in ambito legale.

Gattuso e De Rossi, l’esempio di  un’Italia nervosa che oltre le partite, talvolta perde anche la testa. Anche se in maniera non certo positiva, i due protagonisti ci hanno messo la faccia dinanzi all’Europa intera. E perchè no, anche il pugno.

Giuseppe Carotenuto