Avetrana: Fabrizio Corona beccato in casa Scazzi. Scoperto, si dà alla fuga


Fabrizio Corona beccato in flagrante mentre irrompeva in casa Scazzi.

L’inquietante episodio è stato reso noto dai legali della famiglia di Sarah, la quindicenne di Avetrana uccisa lo scorso 26 agosto. Il caso è tornato nuovamente alla ribalta dopo l’arresto di altri familiari: Carmine e Cosimino, fratello e nipote di Michele Misseri, zio della ragazza e primo reo confesso del delitto.

La madre della vittima, Concetta Serrano, era sola quando si è accorta della presenza di Corona, entrato furtivamente in casa da una finestra.

Una volta scoperto, il fotografo è scappato attraverso lo stesso posto in cui si era precedentemente intrufolato, e, contemporaneamente, una giornalista di Quarto Grado, trasmissione di Rete4 che si occupa spesso del caso di Avetrana, bussava alla porta per un appuntamento che aveva fissato con la stessa Concetta.

Per ora non si conoscono i motivi reali dell’intrusione in casa, ma alcune fonti parlano di un’offerta che Corona avrebbe voluto riferire alla Serrano: un servizio fotografico.

Gli avvocati degli Scazzi, Valter Biscotti e Nicodemo Gentile, riferiscono: “Concetta era sola e si è spaventata, è rimasta pietrificata non appena si è accorta della presenza dell’uomo nella sua abitazione. Subito non l’ha riconosciuto”.

Sull’intervento della giornalista, poi, proseguono, “In quel momento ha suonato alla porta una giornalista di una tv nazionale che ha visto e riconosciuto Corona, che a quel punto ha deciso di allontanarsi da casa Scazzi. Si tratta di Filomena Rorro, della trasmissione Quarto grado che stava andando in visita da Concetta. La giornalista ha riconosciuto Corona e con lui ha anche scambiato qualche battuta. Sembra che il fotografo fosse a casa di Sarah per proporre alla madre un servizio fotografico”.

Attualmente, i legali raccolgono gli elementi necessario per sporgere denuncia per violazione di domicilio, condannando fortemente, “la vigliaccheria, la volgarità, l’essere così spregevoli nei confronti del rispetto delle persone da parte del già giudicato Fabrizio Corona. Speriamo che prima o poi il fotografo torni ad abitare le patrie galere“.

Carmine Della Pia