Berlusconi: il governo è saldo e farà le riforme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Il Cavaliere ne è convinto: il governo arriverà indisturbato alla fine della legislatura, onorando tutti gli impegni presi con gli italiani che lo hanno scelto alla guida del Paese. Una convinzione che il premier ha voluto rimarcare anche oggi, inviando un messaggio ai promotori del Pdl che domani parteciperanno alla “Prima giornata di riflessione politica per i giovani del Pdl” dedicata a “I valori dell’unità nazionale e il federalismo”.

“Il governo è saldo – ha scandito Silvio Berlusconi – e continuerà a lavorare per tutta la legislatura, fino al 2013 per completare il programma di riforme che è stato premiato dagli italiani nelle elezioni del 2008″.

“La maggioranza si rafforza giorno dopo giorno – ha continuato il presidente del Consiglio – mentre le forze di opposizione non hanno leader, programmi, idee. Lo diciamo chiaramente: noi andiamo avanti e vinceremo la sfida della modernizzazione del nostro Paese, lo faremo grazie ai nostri valori e all’entusiasmo di tanti giovani che, come voi – ha aggiunto, rivolgendosi ai giovani pidiellini – vogliono un’Italia più libera”.

E  sulla necessità di andare avanti con le riforme, evitando di inciampare nelle polemiche avviate dall’opposizione, il premier è tornato in occasione del suo intervento al 46simo Congresso dei Repubblicani: “L’opposizione dev’essere responsabile e di tipo europeo – ha notato Berlusconi – ma purtroppo siamo lontani da questo, perchè abbiamo un’opposizione che non ha mai rinunciato all’illusione della spallata con la magistratura e con manovre di palazzo per sovvertire un risultato che non riescono ad ottenere attraverso le urne. Noi – ha ribadito – non verremo meno ai nostri compiti e al dovere di guidare questa nazione verso il futuro”.

E ancora: “Una classe dirigente seria – ha sottolineato il presidente del Consiglio – deve unirsi e non avvitarsi in polemiche mediocri e in teatrini che non abbassano il sipario nemmeno di fronte alle tragedie della storia. È per questo – ha concluso il Cavaliere – che io mi rivolgo a voi repubblicani, che avete il senso della storia e delle istituzioni“.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!