“Eastern”, la commedia ungherese in Italia tra le due guerre

Lunedì prossimo, alle 17.00, Antonella Ottai, docente universitaria e studiosa di teatro, presenterà alla Biblioteca Nazionale di Roma il suo ultimo libro, “Eastern. La commedia ungherese sulle scene italiane tra le due guerre”, edito da Bulzoni.
Un omaggio alla storia mai tracciata di un’opera dimenticata che con il suo linguaggio leggero e sofisticato ha influenzato la produzione teatrale e cinematografica internazionale, negli anni a cavallo dei due conflitti mondiali. Una vicenda complessa e variegata, scandita dal successo senza precedenti di un gran numero di autori, per lo più ebrei, emigrati in seguito alla promulgazione delle leggi razziali. Dall’Ungheria agli Stati Uniti, all’Italia, dove domina la scena teatrale nel ventennio fascista, la commedia ungherese diventa ben presto un fenomeno storico di eccezionale portata, contribuendo in maniera determinante all’elaborazione di quel linguaggio “comico” internazionale che ha la sua punta di diamante nel magico tocco di Ernst Lubitsch.

Antonella Ottai
Eastern. La commedia ungherese sulle scene italiane fra le due guerre
Editore Bulzoni
Collana Biblioteca teatrale
Pagine 428
Prezzo 30,00 euro

Valentina De Simone