Whisper di Maggie Stiefvater: una storia d’amore contrastata tra Fate e conflitti interiori

Dimenticate le piccole fate alate invisibili all’uomo che vivono in armonia con la natura e cercano di non interferire con gli uomini. Maggie Stiefvater, abbandona momentaneamente i licantropi protagonisti di Shiver e Deeper, e in Whisper (Fanucci Editore) descrive un mondo fatato in cui non mancano violenza, gelosia ed invidia dando vita ad una realtà sovrannaturale guidata da sentimenti molto umani.

Protagonista del romanzo è la sedicenne Deidre Monaghan: una ragazza molto emotiva ma dall’incredibile talento musicale. Prima di un concorso in cui Deidre è destinata a mostrare ancora una volta le sue incredibili capacità nel suonare l’arpa, nella sua vita entra un misterioso ragazzo di nome Luke e tra i due giovani si crea subito un legame basato sull’attrazione e fiducia reciproca.
L’incontro inaspettato modificherà in modo radicale la vita da adolescente di Deidre che scoprirà di possedere dei poteri a lei sconosciuti: una dote presente da generazioni nelle donne della sua famiglia. Vedere le Fate, spostare gli oggetti e leggere nella mente sono le qualità di una “cloverhand” e queste sue capacità potrebbero portarla alla morte. Luke è infatti un “gallowglass”: un assassino senz’anima incaricato dalla spietata regina delle Fate di ucciderla e che si trova a combattere contro il suo destino per amore. Ma Luke non è l’unico ragazzo nella vita di Deirdre: accanto a lei da sempre c’è James, il suo migliore amico, ed anche lui scoprirà di possedere dei poteri speciali che li avvicineranno ancora di più.

Maggie Stiefvater ha saputo unire alla consueta formula dell’amore contrastato per motivi sovrannaturali una storia declinata al femminile dando vita ad una storia fantasy ma alla cui base c’è la crescita personale di Deidre e i conflitti tra le donne della sua famiglia. La ragazza, infatti, dovrà imparare a superare le sue paure, credere in se stessa e porre fine agli effetti di un’invidia tra sorelle che ha modificato per sempre i rapporti tra sua madre e sua zia.
Riuscire a vedere le fate e l’invisibile diventa, nella storia narrata dalla scrittrice, quasi una metafora della capacità di riconoscere i veri sentimenti che vivono nell’anima delle persone. I conflitti interiori tipici degli adolescenti di fronte alla scoperta dell’amore e alla voglia di indipendenza, la difficoltà nel compiere delle scelte importanti e il labile confine tra amore ed amicizia rendono veritieri i sentimenti della protagonista. Unici elementi deboli nella narrazione di Whisper sono le motivazioni che spingono Deirdre ad innamorarsi immediatamente di Luke che sono poco giustificabili e i personaggi secondari che, purtroppo, vengono trascurati lasciando il lettore un po’ sospeso in attesa del secondo volume della saga. Il personaggio di James, ad esempio, con il suo umorismo e la sua capacità di empatia avrebbe meritato maggiores spazio e una descrizione più esaustiva della sua personalità e della sua famiglia.

Lo stile scorrevole e l’intreccio ben costruito fanno di Whisper una lettura piacevole per lettori di diverse generazioni che amano il genere fantasy-romantico che ha forse avuto il suo momento di maggior successo negli ultimi anni con la saga di Twilight.

Whisper
Autore: Maggie Stiefvater
Casa Editrice: Fanucci Editore
Pagine: 313
Prezzo: 16€

Beatrice Pagan