‘CSI: New York’ anticipazioni delle trame

CSI: New York, in prima serata, alle ore 21.10, andrà in onda domani  lunedì 28 febbraio, su Italia 1, il doppio immancabile  appuntamento con il quattordicesimo ed il quindicesimo episodio della sesta stagione. Serie televisiva statunitense e secondo spin-off di CSI: Scena del crimine,  ambientato a New York.  Rispetto alle due celebri ‘serie sorelle’  CSI: Scena del crimine e CSI: Miami, dove il capo della squadra CSI è  il protagonista e il vertice da cui si  snoda la serie, è che in CSI: NY  i protagonisti sono una coppia di detective: Mac Taylor,  ex – marine ora a capo del laboratorio della polizia scientifica di New York, e Stella Bonasera,  istancabile e tenace  detective con cui Taylor dirige il laboratorio.

Una curiosità legata a Mac che è il caposquadra: si tratta, come detto sopra, di un ex tenente dei marines, laureato in scienze biologiche ed è un esperto di armi giapponesi. Sono tre le cose che proteggerebbe ad ogni costo: primo ‘l’onore della sua nazione’, secondo ‘la sicurezza della sua città’ e terzo ‘l’integrità del suo laboratorio’. Negli attentati dell’11 settembre 2011, ha perso Claire, la moglie. E, nel tempo libero, quando non è impegnato nelle analisi suona il basso nei locali jazz.
Ecco in breve le trame dei due  episodi previsti domani   sera il primo s’intitola Amore e sangue (titolo originale ‘Sanguine Love’) Il cadavere dissanguato di una giovane donna, viene rinvenuto all’interno di Central Park. La strana ferita sul collo della vittima porta  la squadra composta da Mac e Stella ad iniziare  a indagare nell’ambito dei fanitici di vampirismo, una sorta di  culto moderno, i cui iniziati usano condividere il sangue per una specie di rito religioso.

Formula (titolo originale ‘The Formula’) Pochi giorni prima di un’importante gara automobilistica un famoso  pilota rimane  vittima di un grave incidente: dalle indagini e analisi più approfondite compiute sull’automobile, si scopre che il motore  era stato manomesso e che quindi, con ogni probabilità, non si è trattato di una casualità.

Maria Luisa L. Fortuna