Serie A, Cagliari-Lazio 1-0: decide un’autorete di Dias


CAGLIARI-LAZIO 1-0.
Un solo gol, ma nella porta sbagliata. Andrè Dias condanna la sua squadra alla sconfitta con uno sfortunato autogol al 40′ del primo tempo. Fino a quel momento, la Lazio aveva fatto meglio degli avversari, creando qualcosa in più, mentre il Cagliari attendeva gli avversari per colpirli di rimessa. Nel secondo tempo ci si aspetta la reazione della squadra di Reja che colpisce un palo con Hernanes, ma rischia anche di subire il raddoppio ed esce dal Sant’Elia con una sconfitta tutto sommato meritata. Per i sardi, dunque, un altro passo verso la salvezza, sono 38 i punti conquistati finora. La Lazio, invece, resta al quarto posto ma vede riavvicinarsi una scoppiettante Udinese che ne rifila 7 al Palermo.

PRIMO TEMPO – Nel Cagliari Biondini vince il ballottaggio con Nainggolan a centrocampo, mentre in attacco c’è Cossu a supporto di Nenè e Acquafresca. Nella Lazio l’unica punta è ancora Kozak e non Floccari, che va in panchina con Zarate. In porta Berni al posto dell’infortunato Muslera.
Ad appena 5 minuti dal fischio d’inizio, i sardi vanno già vicini al gol: cross dalla destra di Perico, Berni sbaglia l’uscita, la palla arriva a Nenè che colpisce l’esterno della rete. Al 9′ ci prova la Lazio con un destro di Gonzales da posizione angolata che si spegne alto sulla traversa. Al 12′ Hernanes per poco non inganna Agazzi: il tiro-cross del brasiliano sfiora il palo. Al 16′ c’è Kozak che svetta su tutti sugli sviluppi di un corner: Agazzi blocca. La Lazio colleziona altri angoli, ma senza successo. La gara intanto si innervosisce e arrivano tre gialli in pochi minuti a cavallo della mezz’ora per i cagliaritani Astori e Biondini, e per il laziale Gonzalez. Al 36′ Agazzi ci mette una pezza su una punizione di Hernanes, sempre pericoloso sui calci piazzati.
Al 40′ arriva il rocambolesco gol del Cagliari: Cossu libera Acquafresca che si presenta solo davanti a Berni e piazza il pallone sul palo più lontano, i difensori biancocelesti sono già rientrati però, tra questi anche Dias che prova a spazzare e invece mette la sfera nella propria porta.

SECONDO TEMPO – Si rientra con gli stessi 22. Al 5′ subito brivido per la Lazio: retropassaggio di Ledesma per Berni, il portiere va in difficoltà sulla pressione di Acquafresca, poi riesce a dribblare l’avversario e rinviare. Al 12′ si rivede la Lazio: Ledesma ci prova da fuori, Agazzi respinge, arriva Kozak che tenta il tap-in, palla fuori di pochissimo. Al 18′ ci prova Hernanes con un sinistro da fuori area, Agazzi blocca a terra. Donadoni si copre e inserisce Nainggolan al posto di Cossu; Reja risponde con Floccari in luogo di Sculli. Al 26′ altra punizione di Hernanes, Floccari tenta la deviazione (che forse c’è) e la palla sbatte sul palo prima di uscire. Alla mezz’ora dentro Zarate per Gonzalez, e la Lazio passa così a tre punte. Ma è il Cagliari a sfiorare il raddoppio: cross dalla destra di Perico per Missiroli, appena entrato, che gira verso la porta: conclusione alta. Nonostante il tridente, la Lazio combina poco: l’unico sussulto biancoceleste è una conclusione al volo di Zarate bloccata da Agazzi. Al 43′ punizione violenta ma centrale di Conti dalla distanza, Berni respinge con i pugni in angolo. La gara si conclude con Agazzi che mette fuori con i pugni un angolo calciato da Ledesma. Il Sant’Elia può festeggiare.

IL TABELLINO

Cagliari-Lazio 1-0

MARCATORE: 40′ autogol Dias

CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi, Perico, Canini, Astori, Agostini; Biondini, Conti, Lazzari; Cossu (64′ Nainggolan); Nenè, Acquafresca (72′ Missiroli).
A disposizione: Pelizzoli, Ariaudo, Magliocchetti, Laner, Ragatzu.
Allenatore: Donadoni

LAZIO (4-2-3-1): Berni, Lichtsteiner, Biava, Dias, Radu; Ledesma, Matuzalem; Gonzalez (76′ Zarate), Hernanes, Sculli (65′ Floccari); Kozak.
A disposizione: Bizzarri, Stendardo, Scaloni, Bresciano, Garrido.
Allenatore: Reja

ARBITRO: Russo di Nola

AMMONITI: Astori (C), Gonzalez (L), Biondini (C), Canini (C), Lichtsteiner (L), Nenè (C), Missiroli (C), Matuzalem (L)

ESPULSI: nessuno

Miro Santoro