Serie A, Sampdoria-Inter 0-2: dove Mourinho non riuscì, passa Leonardo

Dopo due anni l’Inter torna a vincere con la Sampdoria che quindi perde il primato di unica squadra che non aveva mai perso con l’Inter. Un goal di Sneijder su punizione e uno di Eto’o nel finale non bastano per salvare la buona prestazione della Sampdoria.

1 TEMPO – Pronti e via, al 4′ è già calcio d’angolo per la Sampdoria con Ziegler che scodella per Gastaldello, facile parata di Julio Cesar. Al 13′ traversone di Sneijder sul secondo palo, Kharja colpisce di testa e manda sul fondo. Al 17′ Guberti lancia Maccarone che però non riesce ad incrociare bene. Al 18′ ci prova Eto’o, ma Curci è attento.

Al 29′ angolo della Sampdoria con Ziegler che mette al centro: arriva Dessena che però colpisce Maccarone e sulla respinta Julio Cesar para. Al 39′ Dessena mette in mezzo per Ziegler che trova però Ranocchia sulla traiettoria del tiro. Al 43′ Poli si inserisce in area e colpisce a botta sicura: palla che passa sotto le gambe di Ranocchia e colpisce il palo.

2 TEMPO – Al 4′ Ziegler va a battere un calcio di punizione: Dessena è anticipato da Ranocchia. Al 15′ Sneijder si accentra e va al tiro con la palla che va sul fondo con Curci attento.

Al 28′ punizione per l’Inter con Sneijder che va sulla palla: battuta rapida e goal dell’Inter con Curci che non arriva sulla palla. Al 33′ ci riprova Sneijder sempre da punizione: palla sul palo esterno da posizione defilata. Al 40′ ottimo lancio di Biabiany per Koman che arriva al tiro, ma era in fuorigioco: c’era stata l’ottima parata di Julio Cesar. Al 44′ Eto’o si trova in ottima posizione in area di rigore: Curci ha un ottimo riflesso e respinge il tiro, poi arriva Gastaldello a spazzare.

Al 48′ Eto’o prende palla e si inserisce in area di rigore, tiro potente e Curci riesce a respingere. Pochi secondi dopo ancora Eto’o si ritrova a tu per tu con Curci e riesce a segnare facendogli passare la palla sotto le gambe. La gara termina sul 2 a 0.

TABELLINO

Sampdoria: 85 Curci; 26 Volta, 28 Gastaldello, 6 Lucchini; 7 Mannini, 4 Dessena (35′ st. 27 Biabiany), 16 Poli (41′ st. 41 Macheda), 17 Palombo, 3 Ziegler; 8 Guberti (38′ st. 11 Koman), 32 Maccarone.
A disposizione: 1 Da Costa, 18 Laczko, 25 Martinez, 78 Zauri.
Allenatore: Domenico Di Carlo.

Inter: 1 Julio Cesar; 55 Nagatomo, 6 Lucio, 15 Ranocchia, 26 Chivu; 14 Kharja (16′ st. 27 Pandev), 4 Zanetti, 5 Stankovic; 10 Sneijder; 7 Pazzini (41′ st. 17 Mariga), 9 Eto’o.
A disposizione: 12 Castellazzi, 8 Thiago Motta, 20 Obi, 23 Materazzi, 29 Coutinho.
Allenatore: Leonardo.

Ammoniti: 25′ st. Lucio (I), 27′ st. Gastaldello (S), 33′ st. Volta (S), 37′ st. Poli (S), 45′ st. Chivu (I)
RETI: 28′ st. Sneijder (I), 48′ st. Eto’o (I)

Mario Petillo