Napoli: cadavere nel porto. L’uomo aveva scritto: Vogliono ammazzarmi

Macabra scoperta quella effettuata questa mattina a Napoli dagli uomini della Guardia di Finanza.

All’interno del porto, precisamente al molo San Vincenzo, i sub del corpo delle Fiamme Gialle hanno rinvenuto il corpo senza vita di un uomo di 46 anni.

Dai primi riscontri si è riuscito a risalire all’identità del cadavere: si tratterebbe di Matteo Bersichella, originario di Cerignola, comune in provincia di Foggia.

Secondo quanto appurato dalle forze dell’ordine, l’uomo, che era titolare di una pizzeria nella località pugliese, si sarebbe allontanato il 23 febbraio scorso a bordo della sua auto, per poi fare perdere le proprie tracce.

Bersichella, quella mattina, dopo aver accompagnato il proprio figlio a scuola ed essere entrato in una tabaccheria del posto, pare essere scomparso nel nulla. Fino al ritrovamento di oggi, avvenuto a quasi duecento chilometri dal comune di residenza.

Gli inquirenti a cui è stato il compito di far luce sulla vicenda, cercheranno di capire innanzitutto i motivi dell’allontanamento. Ma a tal proposito, sono giunte le prime indiscrezioni: Bersichella, descritto da chi lo conosce come una persona equilibrata e irreprensibile, pare che abbia lasciato un messaggio prima di mettersi in quella che sembra essere stata una vera e propria fuga.

In un fogliettino di carta ritrovato vicino alla cassa della pizzeria, l’uomo – la calligrafia sarebbe proprio quella della vittima – avrebbe lasciato scritto: «Vado via perché mi vogliono ammazzare».

Chi e perché?

Per sperare di trovare le risposte a queste due domande ci sarà bisogno di attendere l’autopsia per capire innanzitutto se si tratti di un omicidio o di un suicidio. Quest’ultima ipotesi, infatti, per il momento non viene messa da parte.

Il comune di Cerignola è stato di recente al centro delle cronache per essere il luogo dove Matthias Schepp, il padre delle gemelline svizzere di cui si sono perse le tracce un mese fa, si è suicidato lo scorso 3 febbraio nei pressi della stazione del paesino foggiano.

S. O.