Chiude la rivista online dei finiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:55

Per molti è solo l’ultima manifestazione del lento disfacimento di Fli. Dopo la “dipartita” politica di senatori e deputati, adesso anche il web magazine vicino al presidente della Camera chiude i battenti, suggerendo ai detrattori più convinti di Gianfranco Fini l’idea che la fine della sua avventura in solitaria sia realmente imminente.

FareFuturo web magazine, la rivista online diretta da Filippo Rossi, ha ieri ufficializzato la sua chiusura per motivi economici. “La società editrice – si legge nella nota diffusa nel pomeriggio – ha dovuto prendere atto della assoluta impossibilità a continuare l’attività giornalistica per l‘insufficienza delle risorse a sua disposizione”.

“Quando cominciammo, nel gennaio 2009 – si ricorda  – ci eravamo proposti l’obiettivo dell’autonomia finanziaria entro un anno. Purtroppo, così non è avvenuto. Gli introiti pubblicitari si sono progressivamente ridotti, rendendo oltremodo problematica la copertura dei costi redazionali e di gestione del sito. Da qui la decisione, difficile e dolorosa – conclude la nota – di sospendere l’attività”.

Una comunicazione asciutta, con la quale la Fondazione FareFuturo ha consegnato ai lettori la spiegazione (ufficiale) della fine dell’avventura editoriale. Ma i più maliziosi giurano che alla base della chiusura del webmagazine ci siano ragioni più politiche che economiche, addotte da un inviperito Adolfo Urso. Il finiano in crisi d’identità (che ha lungamente meditato sulla possibilità di abbandonare il partito) avrebbe infatti giocato un ruolo decisivo nella chiusura della rivista.

Il motivo? Le posizioni del direttore di Ffwebmagazine, Filippo Rossi, hanno raramente incrociato il gradimento di Urso, il quale avrebbe espressamente chiesto a Gianfranco Fini di acconsentire alla chiusura del giornale onde evitare di imprimere una linea troppo oltranzista al partito. Quella favorita, per intenderci, dal neo vicepresidente Italo Bocchino.

Una richiesta che, alla luce dell’ufficializzazione di ieri, sarebbe stata accolta dal presidente della Camera senza tentennamenti.

Dal canto suo, Filippo Rossi ha ieri preferito postare su Facebook la notizia della chiusura della rivista da lui diretta, consegnando ai lettori un semplice arrivederci: “Da oggi Ffwebmagazine cessa di esistere – ha scritto – Si tratta di una decisione presa da FareFuturo per ragioni economiche. Ma la mia (e la nostra) battaglia culturale e politica continua, con nuove (e ancora migliori) iniziative”.

Maria Saporito