La Brambilla e La Russa a Bondi: resta con noi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:16

Per il ministro della Cultura, Sandro Bondi, la misura è colma e l’attesa per le sue dimissioni (richieste da tempo al premier) si fa febbrile. Il responsabile dei Beni culturali è arrivato al capolinea e rimarca oggi, dalle colonne de Il Giornale, il desiderio di abbandonare la squadra di governo per rifugiarsi nella serena militanza partitica, alla destra del Cavaliere.

Su di lui grava il peso di mesi di feroci accuse (dai crolli a Pompei ai favoreggiamenti concessi al figlio e all’ex marito della sua attuale compagna), che il ministro-poeta non è più disposto a sopportare. E il fardello di quella mozione di sfiducia proposta in Aula dall’opposizione che – seppure tradottasi in un nulla di fatto – lo ha definitivamente tramortito. Da qui la decisione di gettare la spugna e di lasciare vacante quel posto al ministero che ormai da tempo trascura.

E in attesa di comprendere quale sarà la contromossa del presidente del Consiglio (tenterà di convincere Bondi a restare o lascerà che ritorni ad occuparsi esclusivamente del Pdl?), impazzano le manifestazioni di solidarietà da parte dei colleghi.

“Spero che Sandro Bondi, persona di grande sensibilità e intelligenza – ha scritto in una nota Michela Brambilla – rimanga alla guida del ministero dei Beni culturali perché il governo non può fare a meno del suo contributo. Né l’acredine della sinistra né le ingenerose critiche di certa stampa possono cancellare i suoi meriti – ha continuato la ministra – le importanti riforme che ha realizzato, l’impostazione autenticamente liberale che ha dato all’azione del suo dicastero, la dimostrata capacità di dialogo con gli uomini di cultura. Caro Sandro – ha concluso la responsabile del Turismo – resta dove sei“.

Non solo, manifestazioni di vicinanza al ministro “auto-sfiduciato” sono giunte anche da Maria Stella Gelmini: “È insostituibile”, da Gianfranco Rotondi, che ha definito Bondi una “persona di grande sensibilità e valore” e da Ignazio La Russa che, in uno slancio di generosità, ha dichiarato: “È uno dei ministri migliori, resti al suo posto“.

Maria Saporito

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!