Salute bambini, 5 consigli per somministrare gli antibiotici

Poche semplici regole per fare un buon uso degli antibiotici, soprattutto con i bambini. Sono infatti molti i genitori che sbagliano le dosi dei farmaci che somministrano ai propri figli, per questo arrivano cinque utili consigli per un uso corretto e consapevole degli antibiotici.

Lo ricorda la Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) che, all’interno della campagna per il corretto uso di questi farmaci – promossa dal Ministero della Salute, insieme all’Istituto superiore di sanità (Iss) e all’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) – invita a un uso più consapevole degli antibiotici nei bambini attraverso alcuni semplici consigli rivolti ai genitori.

Ecco le 5 regole proposte per curare i bambini con le dovute accortezze: rivolgersi sempre al pediatra prima di somministrare l’antibiotico; non utilizzare questi farmaci in caso di raffreddore o influenza; secrezioni nasali gialle o verdi non giustificano una terapia antibiotica; importante seguire le indicazioni del medico per dosi e tempi e non interrompere la cura di propria iniziativa; gettare i farmaci scaduti o già aperti per un’infezione precedente.

Giuseppe Di Mauro, presidente Sipps ha dichiarato: “L’uso indiscriminato di antibiotici conduce allo sviluppo del fenomeno dell’antibiotico-resistenza, vale a dire che, ogni qualvolta viene utilizzato un antibiotico, può accadere che si selezionino dei batteri resistenti al farmaco stesso. Ciò provoca, molto spesso, una probabile ricaduta dell’infezione nel bambino“.

L’Italia è, secondo una recente indagine ministeriale, tra i Paesi dell’Unione europea a più alto consumo di antibiotici e a più alto tasso di antibiotico-resistenza.

Adriana Ruggeri