“Striscia la Notizia” continua la battaglia contro la pubblicità con le ‘donne – oggetto’

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:07

Dopo il servizio trasmesso ieri 1 marzo da ‘Striscia la Notizia’, in cui un inviperito Beppe Grillo alias Sergio Friscia ha esaltato il lavoro fatto dal quotidiano ‘Il Fatto’ che, pur facendo opposizione, ha deciso di  non fare pubblicità con donne – oggetto, il Tg satirico è sceso  in piazza  chiedendo alle stesse donne di commentare le pagine pubblicate  dal quotidiano La Repubblica.

Tra le prime a scendere in piazza ad esprimere le proprie opinioni in merito, sono state Anna Finocchiaro, Serena Dandini, Rosy Bindi, Paola Balducci, Francesca Izzo, Livia Turco e Lunetta Savino.  

 E il risultato qual è stato? Una ‘condanna unanime’ della raffigurazione del corpo femminile sulle pagine del quotidiano “la Repubblica” di Ezio Mauro. Ecco quello che hanno detto:

La Capogruppo al Senato del PD, Anna Finocchiaro“Non mi piace affatto, è un modo per ricondurre le donne all’archetipo di quegli esseri così graziosi che allietano la vita. Non sono una bacchettona ma francamente se qualcuno pensa che la donna italiana sia  quella li,  si  sbaglia di grosso se pensa che tra donna italiana e quella che si  può vedere sui giornali ci sia correlazione!”

La conduttrice e autrice tv Serena Dandini: “Ormai siamo quasi  abituate a sentire tutte queste corbellerie sulle donne ma in realtà non ci si abitua mai”.

 

 La Presidente PD e Vice presidente della Camera Rosy Bindi“le immagini si commentano da sole. Credo che sia un modo come un altro per ridurre in maniera sbagliata la donna a una sua dimensione e rendere oggetto il suo corpo”.

 

La politica e giurista italiana Paola Balducci“Siamo arrivati molto in basso. Un aggettivo? Questa non è la donna che noi vogliamo e per la quale in  tanti anni abbiamo combattuto”.

 La docente universitaria Francesca Izzo: “Questo è uno dei segnali del disprezzo che in questo paese  è stato alimentato nei confronti delle donne”.

La deputata del PD, Livia Turco: “Sono oscene, oscene”.

 

L’attrice Lunetta Savino: “ Fanno il business sui culi delle donne. E’ offensivo. Basta! Basta!Le donne non devono dover mostrare il sedere”.

Oggi il  TG satirico firmato Antonio Ricci manderà in onda altri commenti.

Maria Luisa L. Fortuna