Animali abbandonati: 20 tonnellate di cibo ai rifugi della Campania

L’iniziativa, promossa per la prima volta da un’istituzione, la Provincia di Milano e realizzata in collaborazione con le associazioni animaliste Chiliamaciseguea e PLF (Pelosi Liberation Front) si propone di portare una gran quantità di cibo ed aiuti in genere a diversi rifugi e canili campani, dove, per quanto possano impegnarsi i volontari locali, per pura mancanza di risorse economiche e materiali, sfamare quotidianamente centinaia di cani risulta piuttosto arduo. Il proposito è quello di raggiungere le 20 tonnellate totali, superando quindi le 15 giunte l’anno scorso al canile di Latina.

Si chiamerà Victor-staffetta, dal nome di un cane eletto come portafortuna di PLF, associazione che già da due anni organizza periodicamente questo tipo di aiuti. Saranno 24 le tappe dislocate in tutta Italia, in corrispondenza di caselli autostradali, nelle quali chi vorrà, potrà contribuire donando cibo, medicinali, collari antipulci, coperte. La staffetta si svolgerà nelle tre domeniche del 6, del 13 e del 20 marzo, giorno in cui gli aiuti approderanno in Campania.

Lunedì scorso l’evento è stato presentato attraverso una conferenza stampa a Palazzo Isimbardi, a Milano. Presenti Massimo Turci, responsabile per il consiglio provinciale, Claudia Ciotti dell’ufficio diritti animali, la giornalista Rosanna Marani per Chiliamacisegua e Marco Fornari, di PLF. Contestualmente  è stata presentata anche la mostra “Randagi d’autore”, che si terrà dal 26 marzo al 3 aprile, ospitata dalle strutture della Provincia di Milano. Ad ingreddo libero, la mostra è un modo raffinato per sensibilizzare l’opinione pubblica al problema del randagismo e cercare di unire due mondi che forse dovrebbero già esserlo, quello della cultura e quello della solidarietà e del volontariato.

Per chi volesse contribuire, può contattare direttamente le due associazioni Chiliamacisegua e PLF, contattabile su facebook, o in alternativa la Provincia di Milano.

A.S.