Roma, una ragazza denuncia: Sono stata violentata da quattro carabinieri

Una giovane donna italiana si è presentata ieri davanti ai carabinieri di una stazione romana per denunciare di essere stata violentata da quattro uomini.

L’ennesimo caso di violenza sessuale avvenuto nella capitale in poche settimane. Ma questa volta, a rendere il quadro ancora più sconcertante, vi è un particolare non da poco: i responsabili dello stupro sarebbero propriamente degli uomini delle forze dell’ordine, per l’esattezza dei carabinieri.

Protagonista della triste storia una ragazza appena ventenne che la settimana scorsa era stata fermata in zona Tuscolano perché sospettata di furto. La presunta ladra è stata dunque portata presso la caserma Quadraro di Roma dove, mentre era in attesa dell’udienza di convalida, sarebbe stata abusata da quattro uomini in divisa.

L’indomani si è svolta, come previsto, l’udienza di convalida del suo arresto ma la donna in quell’occasione non ha raccontato ciò che il giorno prima le sarebbe accaduto.

La reazione della vittima si è manifestata quando, dopo essere uscita dal tribunale, si è ripresentata in un’altra stazione dei carabinieri per sporgere regolare denuncia per le violenze subito.

Appena si è diffusa la notizia per le strade della capitale, i sentimenti hanno vacillato tra l’incredulità e lo sconforto di chi inizia a pensare che non si possa fare affidamento più su nessuno, nemmeno su quelli che sarebbero deputati a garantire la sicurezza dei cittadini.

Qualora le accuse rivolte dalla ventenne venissero confermate dalle indagini, per l’immagine dell’Arma dei Carabinieri sarebbe un duro colpo. Soltanto qualche giorno fa, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervenendo all‘inaugurazione dell’anno accademico della Scuola ufficiali dei carabinieri, si era congratulato per i successi ottenuti e per il contributo alla legalità fornito alla cittadinanza, al punto di confidare che se avesse dovuto scegliere un altro mestiere, avrebbe optato per quello di carabiniere.

A commentare l’episodio avvenuto nella caserma Quadraro, è stato il sindaco della città, Gianni Alemanno: «Ho appreso con sconcerto di questo gravissimo episodio su cui bisogna fare immediatamente chiarezza. Sono sicuro che l’Arma prenderà immediati provvedimenti per contribuire all’accertamento delle responsabilità e per isolare eventuali mele marce che, in ogni caso, non possono incrinare la fiducia che i romani hanno nei confronti dei Carabinieri».

S. O.