Amministrative Napoli, Di Pietro a Bersani e Vendola: “Con De Magistris si può vincere”

“Voglio rivolgere un appello pubblico a Pierluigi Bersani e Nichi Vendola perché mettano da parte le loro resistenze e sostengano la candidatura di Luigi De Magistris a Napoli“.

Dalle righe del suo blog personale, il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro si rivolge direttamente agli alleati di centrosinistra affinché, dopo lo scandalo primarie, sostengano in maniera unitaria la candidatura a sindaco di Napoli di Luigi De Magistris.
“Non sono un ingenuo. Capisco bene da dove nascono quelle resistenze e non me ne scandalizzo. E’ normale – sottolinea Di Pietro – che i partiti politici considerino anche i loro specifici interessi. Sono però convinto, e credo che lo siano anche Bersani e Vendola, che la differenza tra una politica alta e una politica meschina stia proprio nel mettere al primo posto gli interessi comuni e quelli collettivi. Non mi sembra che ci possa essere nessun dubbio sul fatto che oggi l’interesse comune e collettivo, l’interesse dei cittadini di Napoli e degli italiani tutti, sia quello di battere Silvio Berlusconi. A Napoli e in Campania questa esigenza è ancora più urgente che altrove. Sappiamo tutti chi comanda davvero nel Pdl di quella regione: vogliamo lasciare Napoli nelle mani di Nicola Cosentino?“, chiede l’ex pm.
“Proprio in nome dell’interesse comune e dell’unità del centrosinistra, Italia dei Valori aveva rinunciato a candidare Luigi Di Magistris, pur essendo noi convinti che si trattasse di un ottimo candidato, capace di incarnare le speranze e le attese di rinnovamento radicale dei cittadini napoletani.
Solo quando è stato evidente che dal vicolo cieco in cui era finito il centrosinistra traevano immensi vantaggi solo Berlusconi e Cosentino – spiega il numero uno dell’Idv – abbiamo deciso di mettere in campo la candidatura di Luigi. Sapete anche voi che è una ottima candidatura e che può battere il partito del malaffare e della corruzione in nome dell’onestà e della trasparenza. Che senso avrebbe non appoggiarla? A chi tornerebbe utile consegnare Napoli non solo al Pdl ma al peggior Pdl che ci sia in Italia? Ritengo però che ci sia un ulteriore e altrettanto fondamentale motivo per chiedervi di appoggiare Luigi. Sarà in questa tornata di elezioni amministrative e subito dopo nei referendum che si getteranno le fondamenta dell’alleanza che presto, io credo anzi prestissimo, dovrà affrontare Berlusconi nelle elezioni politiche”.
Non sarà una partita facile – avverte Di Pietro – e sarebbe molto sciocco considerarla già vinta. Dovremmo aver imparato tutti a non sottovalutare l’astuzia e i mezzi di Silvio Berlusconi”.
“Per batterlo è necessario partire bene subito e dimostrare nei fatti di rappresentare un’alternativa coesa e unitaria. Se a Napoli sapremo essere uniti, potremo farcela perchè Luigi De Magistris rappresenta anche la discontinuità di una certa politica clientelare e malvista che ha invaso e pervaso tutti i partiti che si sono occupati del governo della città. Possiamo impedire ai casalesi e ai Cosentino di prendersi la città di Napoli semplicemente facendo ognuno la nostra parte e mettendo l’interesse comune al di sopra di quelli particolari. Per questo – conclude l’ex pm rivolgendosi a Bersani e Vendola – vi chiedo di appoggiare a Napoli la candidatura di Luigi De Magistris e di impegnarvi a fondo con noi per dimostrare nei referendum che la maggioranza degli italiani non vuole più essere governata da Silvio Berlusconi”.

 

Raffaele Emiliano