Gemelline: Alessia e Livia potrebbero trovarsi ai Caraibi?

Il giallo delle gemelline svizzere scomparse da più di un mese potrebbe vedere estendere il campo delle ricerche non solo a livello internazionale ma anche al di là dell’oceano Atlantico.

Secondo alcune indiscrezione, Irina Lucidi, la mamma di Alessia e Livia, starebbe vagliando con serietà l’ipotesi che le sue bimbe possano trovarsi ai Caraibi. La pista sarebbe seguita anche da alcuni investigatori. L’idea è che si possano ritrovare  tracce tali da fornire nuovi indizi alle indagini, iniziate quattro settimane fa, che per adesso si sono concentrate tra la Svizzera, l’Italia e la Francia.

L’ipotesi è quella secondo cui le due bambine – viste per l’ultima volta a fine gennaio, mentre erano in compagnia del loro papà, Matthias Schepp, ingegnere della Philip Morris, morto poi suicida il 3 febbraio a Cerignola, in provincia di Foggia – potrebbero trovarsi a bordo di un’imbarcazione nelle acque del Centro America in compagnia di una coppia.

Questa possibilità, in un primo tempo confinata perlopiù al campo della speranza e del desiderio di chi non voleva arrendersi davanti all‘annuncio macabro fatto da Schepp nelle lettere inviate alla ex moglie (l’uomo ha confessato di aver ucciso le figlie, ndr), ha ripreso credito negli ultimi giorni a seguito di una rivelazione molto particolare, fatta da una donna che vive a Sanremo.

La presunta testimone, che non ha voluto rendere note le proprie generalità per motivi di sicurezza, ha dichiarato di aver visto, nei giorni in cui nella città ligure era in corso di svolgimento il Festival, due uomini scambiarsi pareri sulla tragica fine di Schepp. Secondo la donna, i due davano l’impressione di essere stati coinvolti, forse soltanto indirettamente, nella scomparsa delle gemelline: in particolare avrebbero parlato di alcuni documenti falsi procurati da un tale Professore che vive nei dintorni di Cerignola.

Se le cose fossero andate davvero così, per quale motivo Schepp avrebbe dovuto acquistare dei certificati falsi, se non per consentire a qualcuno di sua fiducia di trasferire le bambine all’estero?

La notizia dell’interessamento della famiglia Lucidi è stata confermata anche da un quotidiano dell’isola di St. Martin, meta delle ultime vacanze natalizie di Schepp.

S. O.