Luciano Moggi al Chiambretti Night

“L’uomo più discusso  del calcio italiano, un imperatore, l’uomo che ha fatto grande la Juventus” con questa presentazione Piero Chiambretti accoglie nella sua trasmissione il manager calcistico italiano Luciano Moggi.

Stasera al Chiambretti Night, andato in onda su Canale5, si è discusso  il tema della “Juve malata” con un  “uomo di riferimento per i giornali e per le società di calcio. Dal 1994 al 2006 ha reso grande la Juventus che in quel periodo vinceva tutto. Questo significa che calciopoli serviva?” chiede ironizzando Chiambretti a Moggi, il quale afferma: “tutte le squadre tiravano l’acqua al proprio mulino”.

Chiambretti menziona  un’affermazione di Angelotti “calciopoli esisteva, la pressione sugli arbitri esisteva”. Moggi replica dicendo che “i processi vanno avanti, ma le intercettazioni non esistevano”.

“La Juve un anno fa si trovava nella stessa situazione di oggi, un anno fa parlavamo degli stessi temi” afferma il presentatore che manda in onda un filmato dello scorso anno in cui Moggi commentava la Juve dell’anno scorso.

Di seguito vengono mostrate alcune fotografie di personaggi corresponsabili degli errori della società calcistica: Andrea Agnelli, Giuseppe Marotta, Blanc,(lui è il primo respnsabile, commenta Moggi), Del Neri (responsabilità di non aver fatto una squadra equilibrata, poco adatta al suo gioco, deve abituarsi a una grande squadra come la Juve, commemta l’ex dg).

“Domani torna allo stadio Olimpico dopo 5 anni” afferma Chiambretti “questo vuol dire che Moggi si sta riavvicinando a quel mondo”.

Roberta Pugliese