Offriva ai ragazzi un posto sicuro e partecipava ai loro rapporti sessuali

Organizzava festini nella sua abitazione e invitata giovanissimi, per poi partecipare ai loro incontri sessuali: è successo a Civitavecchia, dove è stato arrestato un 54enne originario di Tolfa ma da tempo residente nella città portuale.

L’ uomo rassicurava i ragazzini, dicendo che avrebbe offerto loro un luogo sicuro, nella fattispecie casa sua. Organizzava le feste anche in rete, su Facebook. Durante questi festini, nei quali cirvolava anche droga, l’ uomo invitava i ragazzi ad avere rapporti sessuali, ai quali partecipava anche lui a volte, molestando ragazze e ragazzi. Era una sorta di regista: suggeriva ai giovani le sue perversioni sessuali, dirigeva i loro rapporti e faceva delle comparsate.

Le indagini dell’Arma hanno portato a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Civitavecchia per «atti sessuali con minori e spaccio di sostanze stupefacenti». È emerso, nel corso dell’ indagine, che l’ uomo attirava giovanissimi di età compresa fra i 12 e i 16 anni. Questo gruppo si incontrava spesso a casa dell’ orco, il “luogo sicuro” di cui il 54enne parlava. Proprio lì avevano luogo i loro incontri hard. Spesso i minorenni andavano lì dopo aver marinato la scuola.

I cararinieri hanno accertato, nel corso delle indagini, che l’ uomo non si limitava a osservare i ragazzini durante i loro rapporti, ma partecipava attivamente ai rapporti fra i ragazzini. In più, l’ uomo ha offerto non poche volte hashish e marijuana ai ragazzi. Le giovani vittime dell’ uomo si organizzavano su Facebook.

Angela Liuzzi