Silvio Berlusconi: “La sinistra offende le donne”

silvio berlusconi donne
Dopo l’annuncio di Se non ora quando?, manifestazione per la difesa della donna, il prossimo 8 marzo, Silvio Berlusconi tuona: “La sinistra mortifica la donna”.

Accusato tante volte di offendere la dignità femminile, il premier ripaga l’opposizione con la stessa carta, intervenendo alla prima Conferenza nazionale delle donne Pdl su lavoro e occupazione femminile.

“La sinistra ancora una volta non esita di fronte a nulla, nell’ultimo disperato tentativo di ottenere con scorciatoie mediatico-giudiziarie quello che non riesce a ottenere nelle urne. Chi cerca di strumentalizzare politicamente le donne non ne difende la dignità, ma le mortifica”, ha affermato nel suo messaggio.

“Le donne sono il migliore esempio di quel fare che il nostro governo si è posto come obiettivo e come metodo, siete pragmatiche e vi ponete obiettivi concreti per lo sviluppo e il miglioramento dell’Italia”, ha aggiunto, “più brave a scuola, all’università, nel lavoro. Lavorate come e più di noi ha sapete progettare, gestire, creare, avete talento e determinazione in qualsiasi attività affrontare. Noi uomini riconosciamo questo talento in ogni ambito della vita e vogliamo che diventi un fatto normale e non eccezionale, che le donne ricoprano ruoli decisionali nella nostra società, nel pubblico come nel privato”.

Sulla presenza femminile nel Pdl, il Cav ha poi ricordato che “il nostro governo si è schierato in prima linea contro la violenza sulle donne, soprattutto le immigrate, introducendo normative avanzate come quella contro lo stalking”, annunciando una promessa futura: “Il Piano Italia 2020 per l’inclusione delle donne nel mercato del lavoro e il Piano d’intesa hanno stanziato risorse per 40 milioni di euro per interventi in favore della conciliazione. Vogliamo e dobbiamo attuare misure concrete per facilitare l’accesso delle donne al lavoro e il loro reinserimento quando, per motivi familiari, siano costrette a uscirne”.

Si tratterà di un progetto che “vuole valorizzare la donna come lavoratrice, come madre e come persona. È un impegno che sento di prendere per tutto il governo e in prima persona, perché dobbiamo lavorare tutti insieme, noi e voi, per il bene di questa nostra Italia”.

 

 

 

 

 

Carmine Della Pia