Juventus-Milan 0-1: Allegri soddisfatto, Del Neri non si arrende

JUVENTUS-MILAN 0-1, DICHIARAZIONI – La vittoria sulla Juventus regala al Milan tre punti pesantissimi nella corsa verso lo Scudetto. I rossoneri espugnano l’Olimpico con pieno merito, con una gara attenta (Abbiati non ha dovuto compiere una sola parata in 90′) e sfruttando un gol di Gattuso, che al 23′ della ripresa ha beffato Buffon con un sinistro sporco dal limite dell’area.

ALLEGRI: “NON ABBIAMO CONCESSO NULLA” – Massimiliano Allegri, tecnico dei rossoneri, non nasconde l’importanza di questa vittoria: “Era una gara difficile, abbiamo fatto bene, come contro il Napoli non abbiamo concesso praticamente nulla. Merito dei ragazzi, sempre concentrati, e anche di chi è entrato dalla panchina. Dal punto di vista della circolazione di palla siamo stati bravi, specie dopo il vantaggio. Sono contento di quanto abbiamo prodotto, anche se nel finale abbiamo gigioneggiato un po’: quando c’è la possibilità e l’avversario è alle corde va ucciso, sportivamente parlando, perché poi non sai mai cosa ti aspetta“.

Passando a parlare dei singoli, l’allenatore livornese esalta la prova di Van Bommel: “E’ stato un grande acquisto, la società è stata brava a cogliere un’occasione eccezionale in una situazione d’emergenza. E’ un ragazzo intelligente, ha già imparato l’italiano e tatticamente è perfetto“.

Rino Gattuso, match-winner di serata, scherza sul gol che ha deciso la partita: “Ho tirato una ciofeca di sinistro, non so come abbia fatto a entrare. E’ stato un gol molto importante ma il campionato è lungo, mancano ancora dieci partite. L’ambiente rossonero è molto buono, in allenamento diamo tutti il massimo, più di una volta il mister ha dovuto calmarci per il troppo agonismo. Quando questo è successo in passato, alla fine abbiamo sempre vinto qualcosa di importante“.

DEL NERI: “RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE” – In casa bianconera, naturalmente, l’umore è completamente diverso. Nonostante la terza sconfitta consecutiva Del Neri prova a vedere il bicchiere mezzo pieno: “La gara è stata diversa rispetto a Lecce o col Bologna, era dura tirare in porta ma anche il Milan non ha avuto molte occasioni. C’è stato un calo emotivo dopo il gol, il momento è duro e bisogna rimboccarsi le maniche. La prestazione secondo me c’è stata, poi è ovvio che se vado a leggere i numeri le considerazioni sono diverse. In confronto al Milan siamo inferiori, ma all’andata eravamo riusciti a vincere: dobbiamo esaltare caratteristiche diverse rispetto ad altre squadre. Il futuro? Dopo la partita ho parlato con Agnelli e Marotta, mi hanno detto di andare avanti con fiducia“.

Pier Francesco Caracciolo