Serie A, Fiorentina-Catania 3-0: Mutu e Gilardino annientano gli etnei

La Fiorentina annienta il Catania con una prestazione superlativa. Una doppietta di Mutu e un gol di Gilardino, propiziato da un’azione del romeno, sanciscono la vittoria per 3-0. Un primo tempo intenso e spettacolare, ricco di occasioni da entrambe la parti, ma sono i viola a spuntarla: Mutu ne approfitta per siglare due ottimi gol, mentre Boruc salva in più occasioni la sua porta. Decisiva la scarsa mira degli attaccanti etnei, che commettono gravi errori in difesa. Una ripresa al piccolo trotto, dove si dimostra degno di nota solo il terzo gol di Gilardino. Una vittoria meritata dalla Fiorentina e mai messa in discussione. Il Catania resta vivo per i primi 10 minuti del primo tempo, poi si dilegua.

PRIMO TEMPO – Nessuna novità nella formazione di Mihajlovic, confermato Donadel al posto di D’Agostino. Simeone, dal canto suo, sorprende tutti schierando Schelotto come terzino e Pesce a centrocampo. La partita inizia con un sostanziale equilibrio tra le due squadre: un po’ di confusione a centrocampo e scarsa precisione in avanti per entrambe.

La prima occasione del match capita al 15’ sui piedi di Berghessio, ma poi l’arbitro sanziona il fuorigioco. Dal 19’ si scatena Mutu: una serpentina in area è fermata con non poca fatica da Silvestre e Schelotto. Ma il gol non tarda ad arrivare. Mutu porta in vantaggio la Fiorentina al 22’: su azione di calcio d’angolo è preziosa la torre di Gilardino che libera il romeno che insacca agilmente di testa.

Il Catania appare scosso dal gol subito e allora gli uomini di Mihajlovic ne approfittano: raddoppio viola al 25’. Mutu sigla una doppietta con un rasoterra dalla distanza. Qualche colpa di Andujar sul gol subito, ma anche della difesa etnea che non è riuscita a impedire il tiro del romeno.

Simeone suona la carica ed è in contropiede che il Catania si rende davvero pericoloso. Al 29’ è Berghessio a presentarsi davanti a Boruc, ma il portiere polacco respinge il tiro e salva il risultato. I viola reagiscono alle offensive etnee con un tiro dalla distanza di Montolivo, mentre i siciliani continuano a spingere nel tentativo di accorciare le distanze. Sugli sviluppi di una punizione di Lodi, Pesce per poco non trova lo specchio della porta. Dalla parte opposta, un minuto più tardi Montolivo è bravo a liberare Mutu, ma il tiro del romeno e finisce incredibilmente fuori. Ultimo brivido al 45’ per i viola: Gomez ci prova, ma il tiro sfiora il palo ed esce. La prima frazione si chiude dopo un minuto di recupero.

SECONDO TEMPO – Il Catania dà inizio alla ripresa e dà l’impressione di essere più pimpante rispetto al primo tempo. Dopo 15 minuti piuttosto confusi, Maxi Lopez prova a dare una scossa alla partita: il suo tiro preciso sfiora esce di pochissimo.

Due minuti più tardi, al 61’, ecco il terzo gol per la Fiorentina, lo segna Gilardino. Contropiede rapidissimo di Mutu che si invola sulla fascia sinistra, salta due avversari e poi scarica su Montolivo, il quale lascia a Gilardino affinché insacchi a porta vuota. La rete è tuttavia viziata da un evidente fuorigioco di Montolivo su passaggio di Mutu non ravvisato dal guardalinee.

Il Catania prova a reagire: una punizione calciata da Lodi non porta però esiti. E la partita poi si spegne: sterili gli attacchi dei ragazzi di Simeone, mentre i padroni di casa controllano palla e partita. All’83’ ci prova il neo entrato Ledesma, ma ancora una volta i siciliani non trovano la porta e il tiro finisce di poco oltre la traversa. Risponde subito la Fiorentina con gli attacchi di Babacar e Montolivo, pericolosi ma imprecisi. Al 90’ ancora Babacar prova a trovare il poker, ma la mira lo tradisce ancora. Dopo un minuto di recupero la partita si chiude con il risultato di 3-0 per i padroni di casa.

IL TABELLINO: FIORENTINA-CATANIA 3-0

Fiorentina (4-3-1-2): Boruc; Comotto, Gamberini, Natali, Pasqual; Behrami, Donadel, Montolivo; Santana (72’ Marchionni); Gilardino (88’ Babacar), Mutu (70’ Vargas). A disposizione: Neto, De Silvestri, Camporese, Ljajic. Allenatore: Mihajlovic.

Catania (4-3-3): Andujar; Schelotto, Silvestre, Spolli, Alvarez; Carboni (52’ Ricchiuti), Pesce (67’ Ledesma), Lodi; Gomez (70’ Llama), Bergessio, Maxi Lopez. A disposizione: Kosicky, Terlizzi, Marchese, Morimoto. Allenatore: Simeone.

Arbitro: Domenico Celi di Bari

Marcatori: 22’ Mutu (F), 25’ Mutu (F), 61’ Gilardino (F)

Ammoniti: Mutu (F), Pasqual (F), Donadel (F), Pesce (C)

Emanuele Ballacci