Serie A, Lazio-Palermo 2-0: doppio Sculli, rosanero ancora ko

LAZIO-PALERMO 2-0    Vittoria per 2-0 per la Lazio, contro un Palermo ancora lontano da livelli accettabili. In meno di venti minuti i biancocelesti mettono a segno due reti che chiudono la partita. La cura Cosmi non ha ancora sortito i suoi effetti, ma questo era prevedibile, dato il poco tempo che il tecnico perugino ha avuto a disposizione per lavorare col gruppo. Gli uomini di Reja si riprendono così il quarto posto, per qualche ora in mano all’Udinese. Il Palermo perde il contatto con la zona Europa League, obbiettivo minimo dichiarato ad inizio stagione che ora non pare essere alla portata dei siciliani.

1° Tempo – Doppio vantaggio grazie a Sculli, ma difesa del Palermo non certo impeccabile. La reazione ospite non si avvale di buone trame, ma soltanto di azioni estemporanee e confuse.

Al 7′ la Lazio è già avanti: Ledesma vede un varco nella difesa rosanero e serve in profondità Sculli, che è bravo a scavalcare Sirigu in uscita. Poco più di dieci minuti dopo, l’ex Genoa sigla la personale doppietta: lancio di Ledesma che trova Sculli libero, uscita incerta di Sirigu e colpo di testa che si insacca.

La prima occasione degna di nota per il Palermo si registra al 33′: cross di Ilicic da calcio d’angolo, colpo di testa di Pastore che trova però l’opposizione di Muslera. Un minuto più tardi è Sirigu a doversi opporre ad una bella conclusione da fuori di Hernanes.

2° Tempo – La ripresa scorre senza molte emozioni: la Lazio lascia che sia il Palermo a mantenere il possesso, ma nonostante ciò i rosanero non riescono a portare pericoli concreti alla porta difesa da Muslera.

Per assistere ad un episodio interessante bisogna attendere il 34′: punizione a giro di Ledesma, con Sirigu che non se la sente di bolccare e respinge coi pugni. Un minuto dopo è ancora la Lazio a farsi vedere dalle parti dell’estremo difensore siciliano: Ledesma pennella un cross che trova Stendardo tutto solo, ma il difensore da pochi passi non trova la porta.

Il Palermo non riesce a costruire nulla ed è questa la peggiore notizia per Cosmi: il miglior reparto della squadra di Cosmi è certamente l’attacco e se neanche questo funziona, il campionato si fa veramente duro.

Tabellino:

Lazio (4-2-3-1): Muslera; Scaloni, Biava, Stendardo, Radu; Ledesma, Matuzalem (90′ Garrido); Sculli (52′ Gonzalez), Hernanes (76′ Bresciano), Zarate; Floccari. A disp. : Berni, Lichtsteiner, Del Nero, Kozak. All. Reja.

Palermo (3-5-2): Sirigu; Munoz, Bovo, Andelkovic (46′ Liverani); Cassani, Migliaccio, Nocerino, Ilicic (76′ Acquah), Balzaretti; Pastore, Hernandez (68′ Paolucci). A disp. : Benussi, Garcia, Kurtic, Kasami. All. Cosmi.

Marcatori: 7′ e 18′ Sculli

Ammoniti: Scaloni, Stendardo, Zarate (L), Munoz,Liverani (P)

Espulsi: nessuno

Alberto Ducci