Serie A, Napoli-Brescia 0-0: Iachini ferma sul pari Mazzarri

NAPOLI-BRESCIA 0-0. Il Brescia ferma il Napoli in casa. Al San Paolo finisce infatti 0 a 0 la gara giocata oggi pomeriggio dai partenopei e dalle Rondinelle. Il Napoli ha giocato bene solo una parte del primo tempo, ma poi si è innervosito e non ha combinato più nulla di buono. Il Brescia invece si è chiuso in maniera attenta dietro e si è salvato grazie alle ottime parate del suo portiere Arcari. Con questo pari il Napoli sale a quota 53 punti, ma rimane fermo al terzo posto in classifica. Fa un gran bel passo in avanti il Brescia, che con 25 punti si avvicina alla zona salvezza.

1 tempo – Mazzarri non regala nessuna sorpresa dell’ultimo minuto: il tecnico sceglie infatti Zuniga e non Mascara come vice-Lavezzi, come già detto nel corso della settimana. Tegola dell’ultimo minuto per Iachini, che perde Filippini: al posto dell’esperto centrocampista va in campo Hetemaj.

Parte subito forte il Napoli, ma parte fortissimo soprattutto Cavani, che al 1’ ed all’8’ impegna immediatamente Arcari: nella prima occasione il Matador ci prova di tacco, mentre nella seconda con un conclusione dalla lunga distanza. In entrambe le occasioni il portiere bresciano però si supera, e para senza problemi.

Il Brescia prova a contenere il Napoli con un prolungato possesso palla e con le iniziative in contropiede di Caracciolo e Diamanti, che però non sortiscono alcun pericolo a De Sanctis.

Il Napoli si risveglia tra il 22’ ed il 29’: Zuniga, Hamsik e di nuovo Zuniga bombardano la porta delle Rondinelle difesa da Arcari, che con tre fantastici interventi salva però il risultato.

Al 34’ c’è un episodio dubbio in area di rigore del Napoli (contatto Maggio-Accardi, ndr), che scatena la furia di Mazzarri. Mazzoleni non si fa scrupoli, ed espelle l’allenatore partenopeo, che però esce tra gli applausi del San Paolo.

Nei minuti successivi la gara non regala più alcuna emozione, anche perché gli animi in campo si surriscaldano. Così dopo 3’ di recupero arriva il duplice fischio dell’arbitro, che manda le due squadre negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0.

2 tempo – Nessun cambio per Iachini e Mazzarri, che rimettono in campo gli stessi 22 che erano stati impegnati nel corso della prima frazione di gioco.

Il Brescia entra in campo con un piglio più aggressivo, ed al 46’ mette a referto il primo tiro verso la porta difesa da De Sanctis: ci prova Caracciolo di testa a battere il portiere azzurro, ma la sua conclusione su cross di Diamanti e debole e poco pericolosa.

Il Napoli ad inizio ripresa sembra invece un po’ nervoso, e non combina niente di pericoloso nei pressi di Arcari. Al 59’ i partenopei si giocano quindi la carta Mascara, che entra al posto di Dossena per dare maggiore imprevedibilità alle azioni d’attacco costruite dai partenopei.

La mossa del Napoli non cambia più tanto l’inerzia del match: il Brescia infatti non rischia più di tanto indietro, ed inizia inoltre ad affacciarsi con più insistenza in avanti. Le Rondinelle infatti collezionano una serie di calci piazzati nella metà campo partenopea, che mettono in difficoltà la retroguardia partenopea.

Gli ultimi minuti del match regalano tante azioni convulse nelle due aree di rigore. In quella napoletana c’è quella clamorosa di Caracciolo, che a tu per tu con De Sanctis non trova il guizzo giusto per segnare il gol dell’1 a 0. In quella del Brescia c’è invece quella di C. Lucarelli, che viene salvata sulla linea da Berardi.

A fine gara Caracciolo potrebbe di nuovo segnare, ma De Sanctis si supera e salva il risultato.

Dopo sei minuti di recupero la gara termina con il risultato di 0 a 0.

IL TABELLINO:

NAPOLI – (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro Cannavaro Aronica(82′ Yebda); Maggio Pazienza(73′ C.Lucarelli) Gargano Dossena(59′ Mascara); Zuniga Hamsik; Cavani. A disposizione: Iezzo. Ruiz, Santacroce, Sosa. Allenatore: W. Mazzarri.

BRESCIA – (3-5-2): Arcari; Zebina Mareco Zoboli; Zambelli(20′ Accardi) Kone(83′ Eder) Vass Hetemaj Berardi; Diamanti(76′ Lanzafame) Caracciolo. A disposizione: Sereni. Bega, Baiocco, Possanzini. Allenatore: G. Iachini.

Arbitro: P. Mazzoleni.

Ammoniti: Hetemaj, Mareco, Diamanti, Accardi (BRE); Dossena, Aronica, Cannavaro (NAP).

Espulso: 34′ Mazzarri (NAP).

Simone Lo Iacono