Bimbo travolto da trattore: i medici salvano il braccio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:45

L’incubo che ha travolto, nelle fattezze del cardano di un trattore,  un bambino di tre anni ad Artogne (Brescia) potrebbe presto passare e andare a depositarsi nel fondale dei brutti ricordi.

Federico, questo il nome della sfortunato bimbo, due giorni fa, era stato travolto dal mezzo utilizzato dal padre rimanendo incastrato al punto che il braccio aveva subito dell conseguenze così gravi da ipotizzarne l’amputazione.

Trasferito all’ospedale di Verona, però, i dottori del reparto di Chirurgia pediatrica dell’Ospedale Borgo Roma sono riusciti in un’impresa non da poco: ricostruire l’intero arto così da consentire al piccolo di poter riacquistare, tra qualche tempo, la piena funzionalità dello stesso.

Per fare ciò c’è stato bisogno di una delicata operazione che è durata ben nove ore.

Federico, attualmente ricoverato presso il reparto di Rianimazione del nosocomio veneto, è assistito dalla famiglia che proverà a fargli superare l’angoscia e il dolore degli ultimi giorni. Ma sapere che il braccio tornerà a funzionare come prima è già un importantissimo, e forse anche insperato, successo.

L’incidente aveva avuto luogo sabato pomeriggio in un bosco appena fuori dall’abitato di Artogne, in località Val Fredda, proprio dove inizia la strada che porta ad Acquebone.

Il bambino stava facendo compagnia al padre che raccoglieva la legna. Improvvisamente, il cardano del trattore, che muoveva una lama della sega circolare a filo, ha tranciato l’avambraccio destro del piccolo, che era caduto dentro l’ingranaggio.

Sul posto erano giunti i volontari di Santa Maria Assunta di Pisogne e poi successivamente anche il personale dell’eliambulanza, così da poter trasportare la vittima presso l’ospedale Borgo Roma di Verona.

Adesso con le buone notizie provenienti dai medici che hanno in cura il bambino, tutti gli sforzi fatti in quelle ore acquistano un valore ancora maggiore: se il braccio di Federico è salvo, il merito è anche loro.

S. O.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!