Mafia, sequestrati 3 milioni di euro a boss

Operazione antimafia in Sicilia. A Siculiana (provincia di Agrigento) i carabinieri hanno posto sotto sequestro beni per un valore che si aggira attorno ai 3 milioni di euro.

 

I beni sequestrati sono tutti riconducibili a Giovanni Trapani, ritenuto reggente della famiglia mafiosa palermitana di Ficarazzi. L’uomo, accusato di aver gestito un racket di estorsioni, era stato arrestato durante l’estate scorsa assieme ad altre 7 persone nell’ambito di un’operazione chiamata ‘Iron Man’. A quanto risulta, per lo Stato l’uomo era nullatenente, dal momento che aveva ricevuto per diverso tempo un’indennità di disoccupazione che ammontava a 700 euro mensili.

 

Tra i beni a cui sono stati applicati i sigilli si trovano anche il noto stabilimento balneare ‘Il Capitano’ di Siculiana, comprendente anche un ampio terreno adiacente, che risultava intestato alla moglie del boss Maria Giuseppina Triassi, e l’omonimo ristorante. Già in ottobre Trapani aveva subito un ingente sequestro di beni – anche allora per un valore vicino ai 3 milioni.

 

Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal gip del tribunale di Palermo Riccardo Ricciardi.

 

Gianluca Bartalucci