Home Notizie di Calcio e Calciatori

Pagelle Lazio-Palermo: bene Ledesma e Balzaretti, disastro Sirigu

CONDIVIDI

PAGELLE LAZIO-PALERMO.

LAZIO

Muslera 6: buona respinta sul colpo di testa di Pastore, che è  anche l’unica vera occasione in cui i rosanero lo impegnano.

Scaloni 5,5: nel primo tempo va spesso in difficoltà su Balzaretti; nella ripresa riesce a tamponare meglio le discese dell’esterno.

Stendardo 6: si sarebbe meritato mezzo voto in più se fosse riuscito a concretizzare l’occasione che gli è capitata. Comunque, partita solida.

Biava 6: controlla Hernandez senza problemi e senza faticare molto.

Radu 6,5: buona spinta in fase offensiva. Per uno che non è terzino puro, niente male.

Ledesma 7: due assist e una gestione del pallone ottima. Ha dimostrato che se gira lui, gira anche la squadra.

Matuzalem 6,5: lavoro sporco e pochi fronzoli per il brasiliano. Lascia che ad impostare ci pensi Ledesma, lui si occupa di controllare le incursioni avversarie. (Dal 90′ Garrido s. v.)

Sculli 7: chiude subito il match. Due reti in cui dimostra una freddezza da bomber, poi è costretto ad uscire, forse per un attacco allergico. (Dal 52′ Gonzalez 6: buona vivacità, entra quando i giochi sembrano già fatti).

Hernanes 6: meno brillante di altre volte; lascia la ribalta, di solito sua prerogativa, ai compagni, limitandosi a far girare il pallone. (Dal 76′ Bresciano s. v.).

Zarate 5,5: schierato sulla destra combina poco e non copre. Spostato a sinistra, gli riesce qualcosa in più. Certo è che se vuole meritarsi la fiducia incondizionata di Reja e dei tifosi, deve fare molto meglio.

Floccari 6: pochi palloni veramente giocabili e tanto movimento per aprire spazi ai compagni. Utilissimo.

All. Reja 6,5: il Palermo non è praticamente mai pericoloso, merito anche della sua Lazio che riesce a chiudere gli spazi. La partenza dei suoi sorprende il Palermo e il match termina dopo neanche 20 minuti.

PALERMO

Sirigu 4: una sua uscita a vuoto costa la seconda rete ai suoi. Cercasi giovane portiere, grande promessa del calcio italiano, militante nel Palermo.

Munoz 5: non vede quasi mai Sculli, come gli altri del resto.

Bovo 5: prova amettere in difficoltà la difesa laziale con qualche calcio piazzato, ma prima dovrebbe concentrarsi sul migliorare la fase difensiva.

Andelkovic 5: sembra a tratti spaesato, ma è comprensibile, dato che è quello che fino ad ora ha giocato meno di tutti. (Dal 46′ Liverani 5: Cosmi cerca in lui le geometrie del passato, ma l’unica cosa che trova è tanta macchinosità).

Cassani 6: non brilla, ma nemmeno demerita. Non sempre partecipa all’azione, ma dalla sua parte arrivano pochi palloni.

Migliaccio 6: una lieta sorpresa nel momento in cui viene spostato dietro: Cosmi ha scoperto di avere un centrocampista che sa fare il difensore molto meglio degli stessi difensori presenti in rosa.

Nocerino 5: non incide come al solito. Tenta qualche inserimento, ma senza successo.

Ilicic 5,5: dopo un primo tempo che lascia ben sperare, cala nella ripresa e anche le ultime speranze del Palermo si spengono. (Dal 76′ Acquah s. v.).

Balzaretti 6,5: l’unica nota veramente lieta dei siciliani. Nel primo tempo le sue discese fanno molto male alla Lazio, ma nessuno è pronto ad approfittare dei suoi assist.

Pastore 5: ci prova, ma l’unica cosa che riesce a tirar fuori dal suo cilindro è un colpo di testa su calcio d’angolo. Ha talento? Lo dimostri con continuità.

Hernandez 5: anche lui sembra la brutta copia del giocatore visto qualche mese fa. Da rigenerare. (Dal 68′ Paolucci s. v.).

All. Cosmi 5,5: se il Palermo perde non gli si può imputare tutta la colpa, dato che la sua mano sulla squadra ancora non si può vedere. Cerca di spronare i suoi, ma con poco successo.

Alberto Ducci

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram