Prima serata di La7: L’Infedele di Gad Lerner

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:54

Prima serata di La7 con l’attualità politica dell’Infedele. In diretta alle 21.10 Gad Lerner condurrà la sua consueta trasmissione, dedicata alle prossime celebrazioni dell’Unità d’Italia.

Al centro della trasmissione di stasera ci sarà il dibattito sull’unità d’Italia e sulla prossime celebrazioni del 17 marzo. Una storia quella del nostro Paese che ha appena 150 anni, ma c’è suscita già tante perplessità tra quanti vorrebbero già mettere la parola fine. Da chi brucia le sue effigi, a chi- come la Lega- è contrario alla celebrazione e vorrebbe sostituirla con altre feste regionali. Sergio Luzzatto, storico e autore del libro “Il crocifisso di Stato” aiuterà a chiarire la questione, proponendo anche la sua particolare tesi in cui indica la forzatura simbolica di natura pseudo-religiosa come un surrogato della carante identità nazionale.

Insieme a lui saranno in studio:  i leghisti Davide Boni (presidente del Consiglio regionale della Lombardia) e Oscar Lancini (il sindaco di Adro che riempì di simboli alternativi al tricolore la scuola locale); l’intellettuale Gilberto Oneto. E ancora: la professoressa Silvana Patriarca, studiosa di “italianità” alla Fordham University di New York; Pino Aprile, autore del best seller “Terroni” (Rizzoli); il vicepresidente dell’Udc, Ferdinando Adornato; il cantautore Gian Piero Alloisio che organizza a Genova per il prossimo sabato 12 marzo una grande festa popolare con “liturgia dell’Unità”; e Alessandro Mari, autore del besteller”Troppo umana speranza”.

Nella seconda parte del programma ospite in studio sarà l’architetto Gian Matteo Pavanello, cioè il titolare dello studio che ha eseguito i lavori per la cosiddetta “casa di Batman” di Gabriele Moratti, figlio del sindaco di Milano, Letizia Moratti.

Ad allietare la trasmissione ci sarà il coro dell’orchestra “Giuseppe Verdi” di Milano che eseguirà tre inni patriottici, fra i quali l’immancabile “Va pensiero”.

A.P.