Yara: primo identikit dell’assassino. Otto le ferite sul corpo?

Come una matita che inizia a tracciare le prime linee, apparentemente nonsense come una canzone di Rino Gaetano, di un ritratto, gli inquirenti che si occupano dell’omicidio di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra ritrovata morta lo scorso 26 febbraio dopo essere scomparsa lo stesso giorno ma del mese di novembre, potrebbero avere i primi dettagli sull’identikit di colui che nell’immaginario collettivo ha acquisito le sembianze di un mostro.

Strappare alla vita una ragazzina, qualunque possa essere stato il movente, è un’azione che rimane incomprensibile e che di conseguenza si fa fatica ad accettarne la matrice umana.

Ma la realtà è che a colpire Yara è stato qualcuno che ha un nome, un’espressione e un corpo tale da mimetizzarsi tra tutti coloro che invece sono rimasti straziati dalla tragedia. Potrebbe essere qualcuno di insospettabile, qualcuno che potrebbe sembrare tutto fuorché un mostro.

Ed è così che, secondo alcune indiscrezioni rese note da Tgcom, si conoscerebbe già l’altezza e il peso di del colpevole.

Secondo il giornale on line diretto da Paolo Liguori l’assassino «è un uomo alto circa 1,75 m. e di peso compreso tra i 73 e i 75 kg».

Tgcom aggiunge un particolare che negli ultimi giorni era stato menzionato diversamente: si parla di otto ferite rinvenute sul cadavere, non più sei.

I primi rilievi parlavano di tagli al collo, polso e schiena. In quest’ultima regione sarebbe stata trovata una sorta di incisione a forma di X, dettaglio che ha fatto discutere per i possibili risvolti simbolici e dunque per un’ipotetica intenzione da parte dell’assassino di lasciare un segno preciso sulla pelle di Yara. Tuttavia gli elementi in mano agli inquirenti non sono tali da escludere una pura casualità nella tipologia della ferita.

Rimane in ogni caso da chiarire il perché delle ferite. Sembra assodato che non siano state esse a portare alla morte e quindi rimane da capire la dinamica con cui sono state inferte.

E poi vi è anche la questione che ruota attorno al sangue: non si è ben chiarito se sui vestiti di Yara siano state ritrovate macchie riconducibili alle ferite. Se così non fosse, è possibile che le intemperie abbiano lavato via tutto?

S. O.