Doppio appuntamento con ‘Il sangue e la rosa’

Questa sera in occasione della festa delle Donne e domani 9 marzo, verrà  trasmessa, in solo due appuntamenti e in replica su Canale 5 ‘Il sangue e la rosa’ una miniserie televisiva trasmessa per la prima volta nel 2008, in quattro puntate, prodotta dalla Janus Internationale per Mediaset: ambientata nella Roma ottocentesca e che può contare su un nutrito  cast di glorie del nostro cinema come Virna Lisi, Ornella Muti, Giancarlo Giannini e Franco Nero e nuovi volti e conferme del nuovo panorama delle fiction come Gabriel Garko, Mirko Petrini e Isabella Orsini.  La regia è stata curata da Salvatore Samperi, Luigi Parisi e Luciano Odorisio.

Italia XIX, nel tranquillo paese di Cave, il giovane e bellissimo operaio Rocco (Gabriel Garko, che sfoggia un insolito accento romanesco), è da sempre innamorato dell’amica  Isabella Malvolti (Isabella Orsini), la splendida ed irrequieta figlia del locandiere e trascorrono le giornate insieme tra i libri e le ‘prove generali’ di baci innocenti. Ma un giorno, arrivano in paese, fuggiti da Roma, Giulio Mancini (Mirko Petrini) insieme alla madre Camilla (Isabella Brochard), i quali hanno trovato ospitalità, ma sarebbe più idoneo definirlo  asilo presso il barone Andrea Forleis (Gerardo Amato) e sua moglie Barbara (Ornella Muti) dopo la misteriosa morte del conte Uberto Mancini (Franco Nero), rivoluzionario antipapalino nonché padre di Giulio che, viene ucciso a tradimento alla vigilia di un’ insurrezione. A questo punto tra Isabella, Rocco e Giulio nascerà  un triangolo d’amore  e d’amicizia che si dipana nel tempo e destinato a farli rincontrare anche quando le loro strade sembreranno allontanarsi. Infatti i tre giovani protagonisti, più ribelli  e ostinati che mai e ognuno di loro in fuga dal proprio destino  oppure in cerca di costruirsene uno,  si ritroveranno, a condividere avventure mirabolanti,  molteplici esperienze indimenticabili, una buona dose di misteri e numerosi pericoli, nella Roma di inizio ‘800.

Maria Luisa L. Fortuna