Prato, arrestato spacciatore con 19 chili di droga in casa

Un ragazzo è stato arrestato a Prato dalla Gdf: in casa nascondeva circa 19 chili di sostanze stupefacenti, che sul mercato avrebbero potuto fruttare più di cinque milioni di euro.

L’operazione è stata portata avanti dalla Guardia di Finanza di Firenze. Gli uomini delle Fiamme Gialle hanno prima pedinato il giovane, un ventinovenne muratore di origine albanese, e poi, una volta che quest’ultimo è giunto sotto la propria casa, lo hanno fermato e gli hanno chiesto i documenti. Vistosi in trappola, il ragazzo ha tentato un’improvvisa fuga ma è stata subito immobilizzato. Dalla perquisizione effettuata sul posto è emerso che aveva addosso due bustine con 110 grammi di coca.

Quando, successivamente, gli uomini della Gdf sono penetrati all’interno dell’appartamento del muratore albanese, si è scoperto che l’abitazione era un vero e proprio magazzino di sostanze stupefacenti pronte per essere immesse sul mercato. Nei cassetti i finanzieri hanno infatti trovato 10 panetti di cocaina (totale di 10, 5 kg) e 11 di marijuana (8, 5 kg).

Il ragazzo, a quanto pare, spacciava le sostanze soprattutto a Firenze, dopo aver preparato le dosi all’interno della propria abitazione. Si stima che con 10,5 kg di coca lo spacciatore avrebbe potuto confezionare circa 155.000 dosi, che gli avrebbero consentito di guadagnare cinque milioni di euro.

Giorgio Piccitto