Roma: un cadavere senza testa né gambe ritrovato a Falcognana

Come in un film dell’orrore.

Macabro ritrovamento quello fatto oggi da un uomo a Falcognana, nella zona Ardeatina a sud di Roma. In un terreno incolto tra la Laurentina e l’Ardeatina, all’altezza di via di Porta Medaglia, fuori da Gra, un passante ha intravisto qualcosa di sospetto e ha così pensato bene di allertare le forze dell’ordine.

Giunte sul posto le volanti del commissariato di Polizia, Esposizione, hanno fatto una scoperta impensabile: tra le sterpaglie vi era il corpo senza vita di una persona. O sarebbe meglio dire parte del corpo: infatti, al cadavere rinvenuto mancavano sia le gambe che la testa.

Secondo le prime indiscrezioni, dovrebbe trattarsi di una donna e l’omicidio, considerato lo stato di decomposizione del corpo, risalirebbe a parecchi giorni fa, forse addirittura qualche settimana.

Voci non confermate sosterebbero che si possa trattare di una trans, ma è solo un’ipotesi dettata perlopiù dal fatto che nella zona vi è un vasto giro di prostituzione di transessuali.

Per il resto bisognerà attendere gli ulteriori esami della scientifica e capire se l’omicida abbia portato via con sé i pezzi mancanti del cadavere oppure se gli stessi si trovano dispersi nelle immediate vicinanze e se nei giorni scorsi sia stata denunciata la scomparsa di qualcuno ricollegabile all’identità della vittima.

L’intera scena sembra ricordare la trama del telefilm americano, giunto anche in Italia sulle reti Mediaset, dal titolo Dexter: nella prima serie dello sceneggiato, il protagonista – che è a sua volta un poliziotto della scientifica, oltre a essere un serial killer – si ritrova ad avere a che fare con dei delitti seriali, il cui autore sceglie come vittime delle prostitute. Anche in quel caso, i corpi vengono spesso ritrovati fatti a pezzi.

Ma in quel caso si trattava di finzione, ciò che invece è stato scoperto, oggi, a Falcognana è tutto terribilmente reale e inquietante.

Nella foto: un fotogramma tratto dal telefilm Dexter.

S. O.