Tumore al polmone: le unghie dei piedi ne indicano il rischio

Le unghie dei piedi possono aiutare a prevedere il rischio di un futuro cancro al polmone. E non danno indicazione solo del rischio che corrono i fumatori, ma anche chi, tra i non fumatori, è più esposto alla malattia.

La scoperta arriva dai ricercatori della University of California-San Diego Medical Center e della Harvard School of Public Health, che sostengono che l’esame delle unghie del piede è in grado di rivelare il rischio che una persona ha di sviluppare il tumore del polmone ed è molto più affidabile dell’esame dell’urina o della saliva.

Il motivo è biologico e sta nel fatto che le unghie del piede crescono molto lentamente e quindi hanno una “memoria” lunga dell’esposizione al fumo. L’analisi dei livelli di nicotina delle estremità delle unghie fornisce così indicazioni migliori sull’esposizione di una persona al fumo di sigaretta, sia che si tratti di un fumatore che di un soggetto esposto invece al fumo passivo.

Lo studio, guidato da Wael K. Walter Al-Delaimy e pubblicato sull’American Journal of Epidemiology, è stato condotto su 800 persone malate e sane, e ha mostrato che gli uomini con alti livelli di nicotina nelle unghie avevano un rischio di sviluppare il cancro ai polmoni 3,57 volte maggiore rispetto agli uomini con livelli più bassi di tale sostanza. Oltre il 10% dei soggetti con livelli elevati di nicotina non avevano mai fumato. Secondo i ricercatori questo permetterà di ricostruire con più efficacia la storia dei fumatori che riferiscono il numero di sigarette consumate, ma non quanto fumo passivo hanno inalato.

In Italia si stimano oltre 250.000 nuovi casi di tumore ogni anno nelle persone fino agli 84 anni di età. Secondo l’ultimo rapporto ISTAT, la mortalità per tumore diminuisce del 2% circa l’anno, ma nel caso del cancro polmonare tale diminuzione riguarda solo gli uomini mentre nelle donne i decessi sono aumentati dell’1,5%.

Adriana Ruggeri