Gemelline, Schepp a Saint Tropez: una busta nell’auto lo dimostrerebbe

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:10

Matthias Schepp, l’ingegnere svizzero padre di Alessia e Livia, le gemelline di sei anni scomparse da quaranta giorni, potrebbe essere passato anche da Saint Tropez durante la folle corsa che si è conclusa a Cerignola (Foggia) il 3 febbraio scorso, quando l’uomo si è suicidato nei pressi della stazione ferroviaria gettandosi sotto un treno Eurostar.

A rafforzare questa ipotesi potrebbe essere uno dei reperti rinvenuti nell’Audi di colore nero di proprietà dell’uomo. La macchina abbandonata a poche centinaia di metri dal luogo dove Schepp si è tolto la vita, era piena di vari oggetti, apparentemente nulla di importante ma in un mistero come questo ogni particolare potrebbe racchiudere una storia, un flashback sui giorni immediatamente precedenti alla tragedia.

All’interno dell’abitacolo vi era una busta plastificata con la scritta “Saint-Tropez” e su di essa altri tre caratteri: Cec. Il resto della scritta è coperto dal sedile posteriore, ma secondo alcuni utenti di una community francese quella busta lì potrebbe appartenere a un preciso negozio di abbigliamento, dal nome appunto “Cecile“.

Abbiamo fatto una piccola ricerca sul web e a Saint Tropez esistono due negozi che vendono sotto il marchio Cecile. Il primo si occupa di accessori di moda, mentre nel secondo caso si tratta abbigliamento per donna, uomo e bambini. A confermare che quel sacchetto proviene appunto da quella precisa boutique è anche un video su Youtube in cui, in una sfilata di moda, vengono più volte inquadrate delle buste simili a quella ritrovata nell’auto di Matthias Schepp.

Questo dettaglio molto probabilmente potrebbe significare che l’uomo sia passato da Saint Tropez, dopo essere approdato a Tolone con il traghetto partito da Bastia in Corsica.

Appurare cosa l’uomo abbia potuto comprare – considerata la data di imbarco dall’isola francese e quella del suicidio potremmo stimare che Schepp abbia fatto acquisti tra l’1 e il 2 febbraio – potrebbe anche dare un indizio fondamentale per capire se Alessia e Livia erano con lui in quel momento o se le loro strade si fossero già separate.

Da Saint Tropez non sono arrivate segnalazioni circa dei possibili avvistamenti, tuttavia desta stupore pensare che gli inquirenti non abbiano – o se lo hanno fatto non ci è stato dato saperlo – esteso le indagini nella città situata sulla Costa Azzurra.

S. O.