Europa League, ottavi andata: brutte sconfitte per Mancini e Spalletti, Villarreal ok


EUROPA LEAGUE OTTAVI ANDATA.

Le squadre italiane non ci sono più. Del nostro Paese restano due allenatori importanti nella storia recente del campionato, che però sono quasi fuori dalla competizione, e un calciatore (Giuseppe Rossi) che continua a fare faville fuori dai confini nazionali.

Roberto Mancini e il suo City “stellare” escono sconfitti da Kiev puniti da un bomber che in passato aveva fatto già del male al Mancio ai tempi dell’Inter: Andry Shevchenko. L’ex milanista porta in vantaggio i suoi anticipando con un bel tocco il portiere Hart. Balotelli combina poco ed è sostituito da Tevez a inizio ripresa. I Citizens ci provano ma trovano di fronte un grande Shovkhovskiy e alla fine subiscono il raddoppio ad opera di Gusev, che finalizza con un bel destro al volo. Ora l’impresa si fa dura.

Brutto colpo pure per lo Zenit di Luciano Spalletti che ne becca tre in Olanda dal Twente. Protagonista della serata è il centravanti De Jong, autore di una doppietta con entrambi i gol che arrivano su colpo di testa. Nel mezzo, la rete fortunosa di Landzaat. Ritorno tra una settimana a San Pietroburgo, ma per il tecnico di Certaldo l’addio all’Europa League è quasi certo.

Sorride invece Giuseppe Rossi che va in gol e contribuisce alla vittoria del suo Villarreal (3-2) sul difficile campo del Bayer Leverkusen nella gara più emozionante della serata. Sono i tedeschi ad andare in vantaggio con Kadlec, pareggia proprio Pepito che anticipa in uscita il portiere. Nella ripresa Nilmar, appena entrato, porta in vantaggio il Sottomarino Giallo, ma arriva subito la risposta di Castro. In pieno recupero ancora Nilmar sigla il gol partita.

Perde anche l’altra squadra inglese, considerata una delle favorite per la vittoria finale: il Liverpool cade sul campo del Braga, che si conferma bestia nera per le squadre d’Oltremanica (quest’anno è caduto in Champions anche l’Arsenal). A decidere il match un rigore di Alan. I portoghesi colpiscono anche una traversa con Hugo Viana.

Colpo in trasferta per il Porto, vero e proprio rullo compressore nel campionato lusitano. I ragazzi di Villas Boas compiono una bella impresa andando a vincere sul difficile campo del Cska Mosca: decide il colombiano Guarin con un destro dal limite.

Poche emozioni tra Psv e Glasgow Rangers: sono gli olandesi ad avere le occasioni migliori, ma non si va oltre uno scialbo 0-0.

Perde in casa uno sfortunato Ajax: i lancieri si inchinano allo Spartak Mosca che ha la meglio grazie a un gran gol di Alex e alle prodezze del portiere Dikan, migliore in campo.

Vittoria in rimonta per il Benfica, che piega 2-1 il Paris Saint Germain. Vanno in vantaggio i francesi con Luyindula, pari portoghese nel finale del primo tempo con un’acrobazia di Maxi Pereira. A dieci minuti dal termine arriva poi il gol vittoria di Jara.

Ecco tutti i risultati delle gare di andata di Europa League:

Cska Mosca-Porto 0-1 – 70′ Guarin

Braga-Liverpool 1-0 – 18′ Alan rig.

Psv-Glasgow Rangers 0-0

Bayer Leverkusen-Villarreal 2-3 – 33′ Kadlec (B), 42′ Rossi (V), 70′ Nilmar (V), 72′ Castro (B), 94′ Nilmar (V)

Twente-Zenit 3-0 – 25′ De Jong, 56′ Landzaat, 92′ De Jong

Ajax-Spartak Mosca 0-1 – 57′ Alex

Dinamo Kiev-Manchester City 2-0 – 25′ Shevchenko, 77′ Gusev

Benfica-Psg 2-1 – 14′ Luyindula (P), 42′ Maxi Pereira (B), 81′ Jara (B)

Miro Santoro