Medio Oriente, rimpasto di governo nella striscia di Gaza

Rimpasto del governo per Hamas nella striscia di Gaza. L’organizzazione che di fatto detiene il potere sui territori della striscia ha provveduto ad effettuare cambiamenti importanti all’interno del proprio esecutivo, eleggendo- per la prima volta-una donna come ministro.

Ismail Haniyeh, il premier dell’esecutivo di Hamas, ha nominato ministro degli esteri- una carica vacante già da mesi- Mohammed Awad, accademico di Hamas ed ex segretario del governo. L’incarico sarebbe arrivato dopo l’assicurazione da parte del governo egiziano che il nuovo ministro potrà varcare liberamente il confine tra Egitto e Gaza, durante la sua attività diplomatica all’estero.

Il rimpasto di governo avrebbe interessato altri cinque ministri, tra cui, la novità più importante, riguarda la nomina di una donna, Jamila Al-Shanti, al dicastero degli Affari Femminili. Jamila è una personalità già nota nel territorio islamico.

Il governo di Hamas- che controlla i territori della Striscia dal 2007, anno in cui estromise l’Anp (l‘Autorità palestinese)- non è riconosciuto dalla comunità internazionale né dalla stessa Anp del Presidente Abu Mazen.

Annastella Palasciano