Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Saviano si racconta: “Il sesso è meglio al sud”

CONDIVIDI


Per Roberto Saviano il sesso è meglio al sud, solo perché “non posso più andarci e, come tutte le cose che ti vengono tolte, poi ti piacciono di più”.

Lo scrittore si racconta ai microfoni del programma Io, Chiara e l’Oscuro, condotto da Chiara Gamberale su Radio2.

Numerosi i temi trattati, qualche frammento di vita normale, quella precedente a Gomorra, non presidiata 24 ore su 24 dalla scorta.

Il sesso, appunto, ma anche l’amore che “si incontra quando non hai intorno tutto il sistema di protezione, e si incontra in casa, quando hai una casa. E’ tutto complicato ma la cosa più complicata di tutte è essere sempre li, pronto a nascondersi”.

Cinque anni fa la macchina della scorta prelevò per la prima volta Saviano alla stazione Garibaldi di Napoli, lo scrittore ricorda un particolare di quella giornata: “Dopo Gomorra ricordo bene il primo giorno in cui sono venuti a prendermi con la scorta, alla stazione di Napoli. Mi portano a Sant’Anna di Palazzo, mi fanno loro il trasloco caricando pacchi con su scritto Carabinieri in un’altra auto. La cosa terribile è che le persone si riunirono attorno alla macchina, e una disse finalmente ti hanno arrestato, che è esattamente il contrario di quel che dicono quando arrestano un camorrista”.

Accuse di favoreggiamento alla camorra sono state lanciate anche dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che più volte ha definito Saviano come un promotore della mafia: “Tra le cose che mi disgustano maggiormente di Berlusconi potrei dare molte risposte, do quella che mi riguarda personalmente, che mi ha tolto il sonno di una notte, ovvero quando ha detto che ho dato supporto promozionale alle mafie, scrivendo il mio libro. Ha detto che chi racconta queste cose diffama il Paese. E’ una roba terribile, sia perché ha infangato la memoria delle persone morte per raccontare di mafia, molte in Italia, e sia perche ha perso un’ occasione. Bisognava, non dire che chi racconta infanga, ma invitare semmai gli italiani che all’estero sono sotto pressione per il luogo comune mafia, ad affrontare il problema e non a minimizzarlo”.

Carmine Della Pia

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore