F1, grande recupero della Mercedes nel quarto giorno di test

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:00

F1, grande recupero della Mercedes nel quarto giorni di test – Pian Piano questi ultimi test invernali in Barcellona si stanno rilevando una continua sorpresa, con la situazione che muta completamente ogni giorno che passa. Dopo il brivido Red Bull e l’inaspettata Sauber, oggi è la Mercedes ad essere la vera protagonista mostrando una forma mai vista prima ed un potenziale che improvvisamente rilancia le ambizioni del team tedesco. Davanti a tutti si è posizionato Michael Schumacher, in grado di abbassare ulteriormente il tempo sul giro portandolo ad 1’21″268, eccellente prova che il lavoro di sviluppo portato avanti da Ross Brawn sta dando i frutti sperati.

Non è un mistero infatti che prima la nuova vettura presentava dei problemi generali di carico e set-up, fattori che non permettevano il alcun modo una prestazione in grado di reggere il confronto dei Top Team. Settimane difficili ove si è dovuto tornare al lavoro in fabbrica, migliorando ove possibile. Scarichi, pance e posteriore completamente revisionati, assieme ad un nuovo fondo vettura che dovrebbe convogliare molta più aria del precedente. Un insieme di fattori cruciali nel riportare le freccie d’argento davanti, compreso anche Nico Rosberg alla fine terzo nonostante il pochissimo tempo a disposizione. L’unico in grado di reggere il loro passo è stato Fernando Alonso, secondo e positivamente soddisfatto dei progressi fatti dalla Ferrari. Manca all’appello delle squadre maggiori la Red Bull, oggi incentrata su un lavoro di sviluppo senza badare al cronometro, e la Mclaren totalmente persa in un progetto tanto rivoluzionario quanto sbagliato.

Bene ancora la Lotus-Renualt che pare avere tra le mani una vettura ottima, assieme alla Toro Rosso nuovamente dentro i primi dieci. Buon crono per Barrichello su Williams, anche se i continui problemi al KERS stanno facendo preoccupare non poco i tecnici di Grove. Sorrisi nel Team Lotus dopo il nono tempo di Kovalainen, chiude  d’Ambrosio sulla Virgin. Assente ancora la HRT nonostante la vettura sia stata montata e presentata alla stampa con tanto di piloti titolari. La mancanza di pezzi di ricambio ha fatto slittare di un giorno il tutto, ma è già un miracolo che il team sia riuscito ad arrivare sino a qui. Domani ultimo giorno e forse sarà il momento ove bisognerà davvero dare il tutto per tutto.

Riccardo Cangini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!