Nando Colelli del GF, offende i gay: “li tengo a distanza. Si prendessero una pasticca per guarire. Devono solo curarsi”

Nando Colelli, forse, avrebbe fatto meglio a non confessarsi ai microfoni de Le Iene o, comunque, avrebbe dovuto misurare alcune parole, soprattutto quelle spese parlando dei gay.
Alla domanda delle iene “cos’è l’omosessualità?” Nando risponde “le persone quelle gay… ehm, i gay li tengo a distanza perché non mi piace proprio” (dice in perfetto italiano). “E se il tuo migliore amico ti dicesse che è gay, tu cosa gli diresti?” continua l’intervistatore “Pijate ‘na pasticca e guarisci, te devi solo da curà” risponde l’ex gieffino (sempre in un italiano invidiabile).

Dire che la video intervista trasmessa da Le Iene è imbarazzante (per Nando) è dire poco.

Ma d’altronde l’intervista era già partita male, Il ragazzo di Pomezia aveva infatti affermato, parlando di una ipotetica scala di valori: Prima ce stanno li sordi, poi la salute… e poi la f..a” quindi cosa potremmo aspettarci da qualcuno che non mette la salute o l’amore al primo posto?

Quindi tradotto in italiano :“Le persone, quelle gay, le tengo a distanza perché non mi piacciono proprio. Si prendessero una pasticca per guarire. Devono solo curarsi”.

Nando conclude l’intervista parlando dei suoi sogni nel cassetto (che non prevedono minimamente Margherita che più volte nell’intervista ha detto di amare): “Rimanere nel mondo dello spettacolo, fa cabaret o qualche film porno, o anche il tronista.”
Oggi Nando si sente un VIP a tutti gli effetti. È importante sottolineare “si sente”. Tutto questo “successo” è da collegare al grande fratello.

Nella casa c’è stato 98 giorni e la sua storia con Margherita ha appassionato l’Italia intera. (storia che, come ammette lui stesso durante l’intervista, è stata una tattica per essere notato).
Una volta uscito dalla casa più spiata d’Italia, Nando si sente famoso e si comporta come tale. Si sente in diritto di poter dire qualsiasi cosa. È lui stesso ad ammettere “ormai so Vip” … e già dal modo in cui lo dice che si capisce che non può esserlo. La parola VIP, la ripete diverse volte nell’intervista. Gli piace ricordarselo da solo.
“Prima facevo il caporeparto di una ditta di verniciature e ora prendo 1500 euro per andare in discoteca e firmare autografi. Me sento immortale, capito” il suo romano accentuato al massimo e il suo tono coatto, fanno aggiudicare a Nando i sottotitoli de Le Iene .

L’intervista non poteva che intitolarsi “Delirio da Grande Fratello”.

Video Intervista Nando : Delirio da grande fratello per Nando Colelli

Roberta Pugliese