Pagelle Brescia-Inter: i portieri migliori in campo, disastro Cordoba


PAGELLE BRESCIA-INTER.

BRESCIA

Arcari 7 – Non può nulla sul gol di Eto’o, ma compie diversi ottimi interventi tra primo e secondo tempo che alla fine peseranno sull’economia del risultato finale.

Zebina 5,5 – Sbaglia in occasione del vantaggio nerazzurro, poi ci mette tanto impegno per sostenere la causa.

Bega 6 – Contiene bene Pazzini per tutto il match.

Zoboli 6 – Prestazione sufficiente, senza sbavature.

Zambelli 6 – In dubbio fino alla vigilia, si destreggia bene sulla fascia di competenza dedicandosi al meglio alla fase difensiva e non disdegna qualche sgroppata in avanti. (Eder 6,5 – La sua velocità mette in difficoltà tutta la retroguardia nerazzurra. Si procura il penalty sbagliato da Caracciolo e va vicinissimo al gol vittoria all’ultimo secondo).

Konè 6,5 – Il più ispirato tra le fila bresciane. I rifornimenti per gli attaccanti vengono quasi sempre dai suoi piedi. Giocatore interessante (23 anni).

Vass 5,5 – Si lascia sovrastare spesso e volentieri dalla mediana nerazzurra.

Hetemaj 6 – Lotta in mezzo al campo e porta a casa la pagnotta.

Berardi sv – Ecsce dopo 25 minuti per infortunio. (Daprelà 5,5 – Nervoso, si becca un giallo appena entrato, fa fatica a contenere Maicon).

Diamanti 5,5 – Si muove bene, ma non incide come in altre occasioni.

Caracciolo 6 – Fa dannare l’anima ai difensori nerazzurri anche perchè bravo a prendersi la palla e a proteggerla bene con il fisico. Spreca delle buone occasioni prima di pareggiare e poi sbagliare il rigore (un punto in meno per l’errore). Alla fine riesce anche a farsi cacciare dal campo. Attore protagonista.

INTER

Julio Cesar 7,5 – Dice no a Caracciolo in due occasioni: in apertura di ripresa e poi con la parata su rigore al 90′ che evita una bruciante sconfitta.

Maicon 6 – Fornisce la sua costante spinta sulla fascia destra senza però incidere molto.

Lucio 5,5 – Soffre molto Cracciolo. (Cordoba 4 – In 25 minuti ne combina di tutti i colori: assist a Caracciolo per l’1-1, provoca un rigore e si fa espellere. Disastro).

Ranocchia 6,5 – Fornisce l’assist vincente ad Eto’o e in difesa si disimpegna con la solita eleganza che lo contraddistingue.

Nagatomo 6 – Parte bene, sfiora il gol, poi lo si vede troppo poco. Deve migliorare in fase difensiva, perchè spesso non si fa trovare in posizione.

Zanetti 6 – Una diga davanti alla difesa.

Stankovic 6,5 – Gara di grande sacrificio con tanta corsa e impegno, qualità che al serbo non mancano di certo. E’ protagonista di un provvidenziale recupero su Eder al 95′.

Pandev 5 – Inizia molto bene, poi torna il solito abulico e irritante calciatore degli ultimi mesi con errori sotto porta quasi da dilettante.

Sneijder 6,5 – E’ il più ispirato e anche il più pericoloso dei suoi. Colpisce anche un palo.

Eto’o 6 – Si fa vedere molto nel primo tempo e va anche a segno con una zampata sotto misura. Sparisce nella ripresa.

Pazzini 5 – Combina troppo poco.

Miro Santoro